Il nuovo centro congressi di Sydney inaugura con un evento internazionale: 13 giorni di convention con 8mila delegati cinesi
A
Ha aperto il 20 dicembre, e a inizio gennaio il nuovo International Convention Centre di Sydney ha ospitato il suo primo evento internazionale, con un debutto in grande stile. Gli spazi della struttura, affacciata sulla baia della città australiana, sono stati occupati per 13 giornate dai lavori dell’Amway China Leadership Seminar 2017, la convention che ha riunito 8.000 dipendenti della filiale cinese di Amyway, azienda di vendita diretta di prodotti per la cura della persona e della casa.

La convention cinese è uno dei 500 eventi che il centro congressi ha acquisito ancor prima dell'inaugurazione, avvenuta dopo due anni di lavori di costruzione finanziati da una cordata pubblico-privata. Secondo le stime, l'attività dell’ICC Sydney avrà una ricaduta economica sul territorio di almeno 3,5 miliardi di euro in 25 anni.

La struttura, che si inserisce nel progetto di riqualificazione del quartiere Darling Harbour, è composta da 3 location tra loro collegate da camminamenti interni: il centro congressi con la plenaria da 2.500 posti, il centro espositivo di oltre 32mila metri quadrati e il teatro da 8mila posti. Nel quartiere si trova anche un nuovo albergo Sofitel di 590 camere.

Per l’evento Amyway, che si è articolato in 4 slot di delegati, ciascuno di 2mila persone, sono stati utilizzati contemporaneamente sia il centro congressi sia il teatro. Nella plenaria e nelle sale del centro congressi si sono svolte, le cene e le riunioni delle divisioni Amway, mentre nel teatro le presentazioni dei nuovi prodotti. Il team dell’ICC Sidney si è adoperato per facilitare l’esperienza dei delegati, intervenendo principalmente sulla segnaletica e sul catering: i cartelli erano scritti anche in cinese e i piatti serviti erano quelli tradizionali della cucina cinese preparati utilizzando materie prime locali.

Commenta su Facebook