Tariffe alberghiere: Venezia è ancora la città più cara d’Italia, Milano in ribasso, a New York prezzi alle stelle
A
Che Venezia sia la destinazione italiana con gli alberghi più cari non è una novità e, anzi, il monitoraggio di HRS ne dà conferma anche per il terzo trimestre 2016, rilevando una tariffa media per camera a notte di 150 euro, con un incremento del 5,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La sorpresa è invece che al secondo posto come destinazione più cara ci sia Verona, dove una camera costa in media 120 euro. Milano è al terzo posto, ma è in deciso ribasso: il prezzo di 112 euro rilevato per il periodo considerato è del 12,5% inferiore rispetto allo stesso periodo 2015, quando l’Expo era ancor in pieno svolgimento.

Tariffe in discesa anche a Bolzano, che scende del 7% pur rimanendo la quarta destinazione più cara con 106 euro, mentre tutte le altre città italiane incrementano i prezzi medi per notte: l’aumento più consistente (del 7,3%) si registra a Napoli, che pure con 88 euro a notte rimane una delle città più economiche. Prezzi in salita anche a Firenze (105 euro), Roma (103 euro), Genova (101 euro) e Torino (94 euro).

A livello europeo gli alberghi più cari sono a Zurigo, dove una camera costa in media 178 euro a notte; seconda Londra con 170 euro, che però perde il 14% a causa anche del deprezzamento della sterlina, e terza Copenhagen, dove rispetto all’anno scorso le tariffe sono salite del 7% posizionandosi su una media di 169 euro a notte. Gli incrementi di prezzo maggiore si sono rilevati a Oslo (+32,8%), che ha un prezzo alberghiero medio di 158 euro, a Madrid (+10,2%) con 97 euro e a Praga (+10%), che arriva a 77 euro. Crollo dei prezzi invece a Istanbul, che ha perso il 27,8% e dove una camera costa ora 70 euro, e in decisa flessione anche Mosca, con un -10% che la porta a 83 euro a notte.

La città più cara del mondo è New York dove, nonostante la lieve flessione, gli alberghi costano 255 euro per pernottamento, seguita da San Francisco con 247 euro e da Chicago con 186. E se le città americane sono diventate le più care, continua invece i drastico calo dei prezzi in Brasile: Rio De Janeiro è in forte crisi (-23%) con un prezzo medio di 114 euro e San Paolo è in ribasso del 21,4% con 88 euro. Dubai perde l’11,3% e si attesta sui 110 euro, mentre alcune città asiatiche si confermano come le più economiche: 85 euro per un pernottamento a Shanghai, 81 a Pechino e 66 a Kuala Lumpur.

Commenta su Facebook

Altro su...

Alberghi