Il Mudec apre un nuovo spazio per eventi nel quartiere milanese del design
A
È uno spazio polifunzionale con un marcato feel di archeologia industriale quello che il Mudec – il Museo delle Culture di Milano – aprirà in ottobre agli eventi aziendali, ampliando la propria offerta di aree dove organizzare meeting, convegni o lanci di prodotto.

Il museo nasce dal recupero, su progetto di David Chipperfield, del complesso industriale ex Ansaldo, nel cuore di quello che oggi è divenuto il quartiere del design per eccellenza: aperto un anno e mezzo fa sotto la gestione di 24 Ore Cultura (la proprietà è del Comune di Milano) ha da subito integrato all’attività museale quella di location per eventi con spazi e servizi dedicati.

In ottobre apre ad aziende e agenzie l’Innovation Center 2, che ospitava l’ora disallestito Mudec Junior: si tratta di uno spazio “nudo” (e quindi completamente personalizzabile) di 230 metri quadrati situato nella cosiddetta “stecca”, l’edificio posto di fronte all’ingresso del museo con affaccio su via Tortona e sul cortile interno dove è già disponibile l’Innovation Center 1, open space di 450 metri quadrati.

Ai due Innovation Center il Mudec affianca diversi altri spazi per eventi: l’auditorium da 180 posti con gradinata telescopica e cabina di regia, l’iconica piazza centrale coperta realizzata in vetro opalino che può accogliere fino a 500 persone per cocktail o buffet, il ristorante per cene placé con 64 coperti e il bistrot esteso su oltre 400 metri quadrati. Punto di forza della proposta ristorativa è lo chef a due stelle Michelin Enrico Bartolini, che dallo scorso aprile ha preso in gestione ristorante e bistro insieme all’attività di catering per gli eventi.

Un evento al Mudec include la possibilità di visite guidate, anche in orario di chiusura al pubblico, alla collezione permanente e alle mostre temporanee: e proprio a ottobre, il 28, apre la mostra su Basquiat che porterà per la prima volta in Italia la retrospettiva completa delle opere dell’artista “maledetto” che ha fatto la storia dell’arte contemporanea americana

Commenta su Facebook

Altro su...

Location per eventi