Rimini Fiera avvia i lavori di ampliamento: le aree espositive aumenteranno del 15% per un investimento di 19 milioni di euro
A
È un intervento di ampliamento che innoverà l’impianto strutturale, logistico e tecnologico del quartiere fieristico, quello intrapreso da Rimini Fiera per allineare l’offerta di spazi e servizi allo sviluppo commerciale delle manifestazioni in calendario. L’operazione, avviata poche settimane fa, sarà realizzata in diverse fasi per terminare a dicembre 2017 con l’incremento del 15% dell’area espositiva lorda, che passerà dagli attuali 113mila metri quadrati a 129mila.

L’intervento riguarda le 12 aree di collegamento fra gli attuali padiglioni, che saranno chiuse da grandi vetrate – aumentando la luminosità del quartiere grazie alla luce naturale – per divenire esse stesse padiglioni a tutti gli effetti, con maggiore spazio per le aziende. Il progetto è curato dallo studio von Gerkan, Marg und Partner di Amburgo, che aveva già firmato l’intera fiera, e punta a rendere più flessibile l’utilizzo del quartiere nello svolgimento di manifestazioni in contemporanea, introducendo un più razionale accesso di mezzi e persone nelle fasi di allestimento e disallestimento.

Rimini Fiera investirà complessivamente 19 milioni di euro, e i lavori garantiranno ulteriori opportunità di utilizzo del polo fieristico. Le prime 4 aree saranno completate entro dicembre 2016, per un totale di 5mila metri quadrati lordi aggiuntivi, le successive 4 saranno disponibili da luglio 2017 e a dicembre saranno consegnati gli ultimi 4 nuovi padiglioni.

Commenta su Facebook

Altro su...

Rimini Fiera