Il centro congressi di Brisbane premiato come “migliore” del mondo: è quello che ha ricevuto i voti più alti dai clienti
A
Il centro congressi che quest’anno ha ricevuto le valutazioni migliori da parte dei clienti è quello della città di Brisbane, in Australia. A stabilirlo è stata un’analisi che Ipsos ha condotto per conto di AIPC, l’associazione internazionale dei centri congressi, la quale ha quindi conferito al Brisbane Convention & Exhibition Centre l’ambìto AIPC Apex Award, il riconoscimento che premia l’eccellenza di dotazioni e servizi dei centri congressi.

La cerimonia di premiazione è avvenuta la scorsa settimana a Nantes, in Francia, in occasione dell’assemblea annuale di AIPC, che associa 180 centri congressi di 57 paesi: la valutazione dell’eccellenza si basa sull’analisi di una serie di indicatori – fra cui le dotazioni, il project management, le relazioni con i clienti, il catering, la tecnologia, la creatività – che per ogni centro congressi viene poi affiancata alle valutazioni espresse dai clienti per un riscontro sulle performance operative.

Il Brisbane Convention & Exhibition Centre, che è gestito dalla società AEG Ogden, ha ospitato nei 21 anni di attività 18mila eventi, generando una ricaduta economica per il territorio pari a 3,8 miliardi di dollari. Costituito da 44 sale (la plenaria da 4mila posti) e 4 padiglioni espositivi, ha già in calendario prenotazioni per 1.300 eventi che si svolgeranno nell’arco dei prossimi 10 anni per un valore economico di un miliardo di dollari.

La shortlist AIPC di quest’anno comprendeva 15 finalisti, che si sono qualificati grazie all’alto numero di testimonianze positive ricevute dai clienti. Secondi classificati sono stati il centro congressi (Kongresskultur) di Bregenz, in Austria, e l’Hawaii Convention Center. “L’AIPC Apex Award”, ha spiegato il presidente di AIPC Geoff Donaghy, “non è solo un riconoscimento d’eccellenza, ma un processo per individuare i fattori di performance più rilevanti agli occhi dei clienti e fornire quindi indicazioni utili alle strutture”.

Commenta su Facebook