Alberghi, la parity rate verso la cancellazione: approvato in commissione al Senato l’articolo che la abolisce
A
La parity rate sta per essere abolita anche in Italia. La 10° commissione del Senato ha infatti approvato l’articolo 50 del disegno di legge sulla concorrenza, quello che dovrebbe garantire agli hotel la possibilità di pubblicare sul loro sito un prezzo più basso di quello proposto dalle agenzie online (OTA). La legge deve ancora terminare il suo cammino, con l’approvazione dell’aula del Senato e quella definitiva della Camera, ma la notizia è stata accolta con favore dagli albergatori italiani, riporta TTGitalia.com.

Ne trarranno giovamento i consumatori, ai quali sarà offerta maggiore possibilità di scelta, le imprese che saranno poste in condizione di sviluppare liberamente le proprie politiche commerciali e anche l’erario” commenta il direttore generale di Federalberghi Alessandro Nucara. “Migliorerà anche la competitività del sistema italiano nel suo complesso, attualmente penalizzato rispetto a Francia e Germania che da tempo beneficiano di un sistema più aperto".

Commenta su Facebook

Altro su...

Alberghi