Il Palazzo dei Congressi di Riccione chiude l’anno con un +28% di eventi, anche il new business riprende quota
A
Tempo di consuntivo di fine anno per il Palazzo dei Congressi di Riccione, che chiude il 2015 superando gli obiettivi di business e con positivi risultati di crescita. La struttura ha ospitato quest’anno 61 eventi, il 28% in più rispetto all’anno scorso, per un totale di 177 giorni di occupazione, allestimenti e disallestimenti (spesso back-to-back) compresi.

Il segmento aziendale è stato quello prevalente, con il 43% degli eventi, seguito da quello dei congressi di associazioni medico-scientifiche, cui ha fatto capo il 20% delle manifestazioni ospitate, e dal settore politico, con il 3% degli eventi che si sono tenuti nel centro congressi. La restante parte (il 32%) è stata costituita da eventi culturali, di spettacolo e sportivi.

L’analisi dei clienti 2015 indica un tasso di fidelizzazione abbastanza elevato, con circa il 50% di soggetti che da diversi anni porta i propri eventi al Palazzo dei Congressi di Riccione, e un 50% di new business, interpretato dalla struttura come un positivo dato di “movimento” del mercato. A conferma dell’apprezzamento ottenuto, la struttura informa che molti dei nuovi clienti hanno già confermato la propria presenza nel 2016.

E alla base dei buoni risultati dell’anno c’è stato anche il lavoro di coinvolgimento degli organi territoriali affinché supportassero l’acquisizione di eventi: “L’approccio è stato quello di rendere protagonista non solo il Palazzo dei Congressi, ma l’intera città”, spiega Stefano Caldari, presidente della New Palariccione che gestisce la struttura. “Per esempio, per portare a Riccione l’evento di Pea Cosmetics a novembre si è riusciti, grazie all’impegno del Comune, a inaugurare il Riccione Christmas Village una settimana prima del previsto, rendendo il nostro cliente protagonista assoluto, oltre che partner sponsor”.

Commenta su Facebook