Lugano inaugura il LAC: il nuovo palazzo delle arti e degli eventi ridisegna la città e ne potenzia l’offerta congressuale
A
Ci sono voluti 5 anni e quasi 200 milioni di euro per costruire il complesso che ha ridisegnato e ampliato il centro di Lugano e ora, a cantiere finalmente chiuso, la città ne ha celebrato l’inaugurazione con 3 weekend di festa e un palinsesto di 70 eventi aperti al grande pubblico che si sono svolti dentro e fuori dalla struttura.

Voluto dall’amministrazione locale per rilanciare Lugano in chiave turistica e culturale grazie alle manifestazioni di arti visive, teatro e musica che potrà ospitare, il LAC (Lugano Arte e Cultura) è stato realizzato secondo criteri di ecosostenibilità – sarà per esempio riscaldato e rinfrescato utilizzando l’acqua del lago – e si sviluppa intorno a una grande hall di 650 metri quadrati con scenografiche vetrate ubicata sulla piazza fronte lago.

Nel corpo laterale si trova il cuore della struttura, l’auditorium da 1.000 posti rivestito in legno di pero, con uno dei palcoscenici più grandi d'Europa e una fossa orchestrale a scomparsa, che lo studio di ingegneria Müller BBM di Monaco di Baviera ha reso acusticamente perfetto. L’auditorium è stato inaugurato il 12 settembre con lo spettacolo teatrale La Verità della Compagnia Finzi Pasca e, il 25 settembre, con l’esecuzione della Nona Sinfonia di Beethoven diretta dal maestro Vladimir Ashkenazy.

L’ala trasversale del complesso, un parallelepipedo sospeso sulla piazza, è invece dedicata alle arti figurative e ospita il MASi, Museo d’arte della Svizzera italiana: sviluppato su tre piani, di cui due dedicati alle esposizioni temporanee, è stato inaugurato dalla mostra Orizzonte Nord-Sud. Protagonisti dell’arte europea ai due versanti delle Alpi 1840-1960, con opere di autori del calibro di De Chirico, Hodler, Wildt, Morandi e Giacometti.

Nell’edificio trovano posto anche il Teatrostudio di 130 metri quadrati e 4 sale multifunzionali, per complessivi 750 metri quadrati, che possono essere utilizzate per ospitare meeting e conferenze. Benché l’auditorium sia disponibile per eventi di business molto selezionati, l’apertura del LAC alleggerisce il calendario di altre strutture cittadine, primo fra tutti il Palazzo dei Congressi di Lugano, che ora dispone di più date per ospitare eventi aziendali e associativi.

Commenta su Facebook