Tariffe alberghiere al rialzo nel primo semestre 2015, a Milano gli aumenti più consistenti
A
Nei primi sei mesi del 2015 i prezzi degli hotel sono cresciuti in tutto il mondo rispetto al medesimo periodo del 2014. L’aumento globale non è di quelli epocali – si parla infatti dell’1% – ma ci sono aree geografiche come l’America del Nord, l’America Latina e i Caraibi in cui i costi per una camera hanno raggiunto cifre superiori a quelle pre-crisi.

Anche l’Italia ha battuto la media mondiale. Secondo l’Hotel Price Index, il report condotto da Hotels.com sulla base delle prenotazioni effettuate dai propri clienti, nel nostro paese le tariffe sono salite mediamente del 4% per una spesa media di 134 euro a notte. Nel dettaglio, delle 49 città considerate ben 36 hanno visto aumentare i prezzi dei propri alberghi.

Complice l’effetto Expo, è Milano la destinazione che ha registrato il maggior rialzo. Per soggiornare una notte all’ombra della Madonnina le tariffe medie sono passate da 131 a 154 euro, segnando un +17%. Altre 2 località diventate più care sono Torino e Ravello. Nella Capitale Europea dello Sport 2015 e nella località incentive tra le più gettonate della Costiera Amalfitana i prezzi medi, di 106 e 220 euro, sono aumentati rispettivamente dell'11% e del 16%.

Ravello è anche la terza destinazione più cara d'Italia: la top five, che è dominata dalla Costiera Amalfitana, vede al primo posto Positano con una media di 243 euro a notte a seguito di un aumento del 11% e al secondo Capri, con 235 euro per un incremento del 7%. Seguono Amalfi con 199 euro e Bellagio che, nonostante il calo dei prezzi del 6%, mantiene il costo di una camera a 191 euro.

Roma e Firenze, a sorpresa, sono in controdenza e notevolmente più convenienti. In entrambe le città la spesa media è scesa del 16% arrivando a 155 e 170 euro rispettivamente. Tra le città diventate appetibili ci sono poi Parma, -8% per 89 euro, e Viareggio, Verona e Garda, accomunate da una flessione delle tariffe del 4%. Vantaggiose sono anche Pompei, Padova, Catania, Palermo e Ravenna con una spesa che va dai 74 euro di Pompei agli 89 di Ravenna.

I cambiamenti di tariffe alberghiere coinvolgono tutte le principali città del mondo, con qualche eccezione degna di nota: una notte a New York costa mediamente 220 euro, il 6% in meno del 2014.

Commenta su Facebook