Rimini Fiera: fatturato a 67,5 milioni, la ricaduta dell’attività fieristica sul territorio è di 700 milioni di euro
A

Lorenzo Cagnoni

Approvato ieri dal consiglio di amministrazione il bilancio consuntivo 2014 del Gruppo Rimini Fiera: il fatturato, aumentato del 6,9% rispetto all’anno precedente, ha toccato i 67,5 milioni di euro, per un utile netto di 3,094 milioni.

I numeri delle manifestazioni fieristiche sono tutti in crescita: 7.531 espositori, 1.848.785 visitatori, 880.460 metri quadrati espositivi venduti; bene anche gli eventi ospitati al Palacongressi, che sono passati dai 96 del 2013 ai 103 del 2014.

Alla luce del risultato “molto positivo, che va oltre le previsioni del business plan”, come ha commentato il presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni, il consiglio di amministrazione ha proposto la distribuzione di un dividendo ordinario di 6,5 centesimi per azione, per un totale di circa 2 milioni e 749mila euro.

Se si somma questo dividendo ordinario al dividendo straordinario di 12,5 milioni derivante dalla vendita delle aree ex fiera a Rimini, le risorse che Rimini Fiera mette a disposizione del territorio superano i 15 milioni di euro. Inoltre, la ricaduta sull’economia della provincia riminese è di quasi 700 milioni di euro (il moltiplicatore riconosciuto a livello europeo fissa infatti 10 euro di indotto sul territorio per ogni euro ricavato dall’attività fieristica).

Commenta su Facebook

Altro su...

Rimini Fiera