Partirà a giugno la costruzione del centro congressi di Fiera di Padova con auditorium da 1.600 posti
A
Inizieranno a giugno i lavori per la realizzazione del palazzo dei congressi che sorgerà all’interno della Fiera di Padova. Il nuovo centro sorgerà al posto dell'esistente padiglione 10, di cui verrà mantenuta la facciata impreziosita dal portone dello scultore padovano Luigi Strazzabosco.

A darne la notizia è quotidiano Il Mattino di Padova, che fornisce anche anticipazioni sugli spazi in cui si articolerà la struttura e sulle relative capacità. Il progetto di completa riqualificazione, firmato dall’architetto giapponese Kengo Kuma, prevede un audiorium di 533 metri quadrati da 1.620 posti e 3 sale che, disposte su altrettanti piani, potranno ospitare da 400 a 830 persone.

La creatura di Kuma avrà anche 2 sale di medie dimensioni (222 e 210 posti), salette meeting per complessivi 300 metri quadrati e un foyer di 408 metri quadrati. Ci saranno anche un ristorante, un bar e un bistrot .

Come scrive Il Mattino, il centro congressi è stato progettato con elementi che richiamano il territorio. Per esempio, a separare l’edificio dalla piazza esterna, dove verrà edificato un anfiteatro all’aperto, saranno strutture verticali in cemento che ricordano i portici padovani.

A realizzare l’opera sarà un’associazione temporanea d’imprese con capofila Intercantieri Vittadello di Limena, società che si è aggiudicata la gara per un importo di 19 milioni e 305 mila euro.

Commenta su Facebook