Apre il 1° maggio il Me Milan il Duca, 5 stelle dedicato al design nel cuore della città
A
In concomitanza con l’inaugurazione di Expo Milano si riappropria di un simbolo dell’hotellerie e del design. Riapre infatti il 1° maggio quello che fu l’Hotel Duca, ora divenuto il primo albergo italiano di ME by Meliá, brand di lusso del gruppo Meliá Hotels International.

Aldo Rossi, archistar ante litteram, aveva già ridisegnato e ampliato il Duca tra il 1988 e il 1991, facendone un simbolo della moderna architettura italiana. L’occasione era il restyling di piazza della Repubblica dovuto alla realizzazione della terza linea della metropolitana per i mondiali di calcio.

Oggi l’edificio si presenta come ME Milan Il Duca dopo l’intervento di un team composto dagli studi milanesi Nicola Gallizia Design e Arassociati (i cui componenti sono stati per vari anni i più stretti collaboratori di Aldo Rossi) e dall’architetto spagnolo Alvaro Sans.

Il risultato è un 5 stelle di 10 piani dedicati ai più celebri designer milanesi. Opere di Giò Ponti, Achille Castiglioni, Vico Magistretti e, chiaramente, Aldo Rossi impreziosiscono gli spazi comuni facendo dell'albergo un percorso nella storia del design.

Le camere sono 98 e le suite 34, compresa la ME Suite che, affacciata sull’ingresso dell’hotel e dotata di un terrazzo di 200 metri quadrati e cucina industriale, si presta a essere utilizzata per piccoli eventi. Gli spazi meeting includono anche anche 4 piccole sale modulari (due da 20 metri quadrati, una da 25 e l’altra da 72) con supporto di staff dedicato.

Punto di forza della ristorazione dell’hotel, e novità in Italia, è STK Milan, steak house americana dove gustare specialità a base di carne. Colazioni, pranzi e cene all'aperto si consumano al Giardino del Duca, mentre cocktail e aperitivi vengono serviti al Radio via Marco Polo, rooftop bar con 57 metri quadrati di terrazza coperta e 314 di terrazza panoramica privatizzabili.

Commenta su Facebook