Expo, la prima settimana non sfonda: il 60% degli alberghi milanesi non si è riempito, ma i prezzi restano alti
A
Saranno le notizie sul ritardo dei cantieri, sarà che l’evento dura comunque 6 mesi, saranno le tariffe elevate, fatto sta che la prima settimana di Expo non ha sfondato, per lo meno in termini di prenotazioni alberghiere. A 10 giorni dall’avvio dell’Esposizione Universale Trivago ha infatti rilevato che il 60% degli alberghi di Milano ha ancora disponibilità di camere, una percentuale superiore a quella di altre destinazioni italiane quali Roma (34%), Firenze (38%) e Venezia (23%).

Le tariffe, segnala Trivago, rimangono però elevate: la verifica sulle tariffe per l’acquisto online indica che dall’1 al 7 maggio il prezzo medio di una camera doppia standard a Milano si aggira intorno ai 237 euro a notte, l’87% rispetto alla stessa settimana dello scorso anno. Nello specifico delle diverse categorie, Trivago indica una tariffa media di 145 euro per gli alberghi a una stella, 165 euro per i due stelle, 215 euro per i tre stelle, 303 euro per i quattro stelle e 592 euro per i cinque stelle.

Sull’intero semestre dell’evento, invece, si rileva il marcato interesse degli italiani, le cui ricerche per soggiorni a Milano sono aumentate del 78% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Meno entusiasti tedeschi, spagnoli e olandesi, che paiono avere diminuito le ricerche, mentre, dice Trivago, l’interesse maggiore viene dai francesi, che hanno incrementato le ricerche di alberghi dell’80%.

Commenta su Facebook

Altro su...

Alberghi

Expo 2015