Al Palacongressi di Rimini 137mila presenze congressuali in aprile: gli eventi aumentano anche la ricaduta reputazionale
A

Congresso Società Italiana di Neurologia 2012, Sala dell'Anfiteatro

Con 40 eventi nei primi quattro mesi dell’anno, e 18 nel solo mese di aprile, il Palacongressi di Rimini ha aperto il 2015 all’insegna della crescita: non solo del numero di convegni ospitati – nel primo quadrimestre dello scorso erano stati 30 –, ma anche di partecipanti e presenze. Gli eventi del mese di aprile, tutti di durata comresa fra i due e i tre giorni, porteranno in città 50mila delegati per un totale di 137mila presenze.

Le tipologie di eventi acquisiti spaziano dalle convention aziendali ai congressi medici, dai meeting istituzionali agli eventi culturali, dalle manifestazioni aperte al pubblico a quelle rivolte agli studenti. Il calendario di aprile è di per sé un esempio di trasversalità: sia avvicenderanno nelle sale del Palacongressi eventi quali la Gran Loggia della massoneria italiana, con 5mila partecipanti, il congresso di medicina nucleare con 4mila delegati, la convention Herbalife con 1.500 persone, il congresso dei postelegrafonici con 1.800 delegati e il Salone dello Studente, per il quale sono attesi 5mila partecipanti.

Ai indicatori numerici del Palacongressi, che confermano la crescita di Rimini come destinazione congressuale, va aggiunto un altro fattore che, in aggiunta alla ricaduta turistica, impatta positivamente sulla città: “Il Palacongressi richiama a Rimini incontri di grande interesse scientifico, economico e sociale”, afferma Stefania Agostini, direttore della business unit congressuale di Rimini Fiera. “Il confronto con i migliori esperti nazionali e internazionali rende più viva e interessante la vita culturale e professionale del nostro territorio. È un valore e un motivo ulteriore per essere scelti come destinazione congressuale da parte di associazioni, enti e imprese di tutta Italia, che migliora la reputazione della nostra città”.

Commenta su Facebook