Una Hotels va verso la fusione con Atahotels, il Gruppo Unipol ne sta trattando l’acquisto per 200 milioni di euro
A
Dei soggetti in corsa per rilevare Una Hotels & Resorts – c’erano la cordata Starwood-Melià, Alpitour, NH Hotels, Accor – è stato scelto il Gruppo Unipol, proprietario della catena Atahotels. Fenice Holding, cui fa capo Una Hotels, ha aperto con Unipol una trattativa in esclusiva basata sull’offerta di (sembra) circa 200 milioni di euro per l’acquisto degli immobili e la gestione alberghiera.

La trattativa ha l’obiettivo di integrare le due catene, Atahotels e Una Hotels, in un unico polo alberghiero italiano che conterebbe 52 strutture per un totale di circa 8.600 camere, con un fatturato aggregato di circa 170 milioni di euro.

La prospettiva industriale per Unipol è interessante, anche perché un polo alberghiero di quelle dimensioni sarebbe in grado di competere efficacemente con gli operatori internazionali e di generare significative opportunità di crescita e sviluppo.

Inoltre, sottolinea una nota di Una Hotels, l’operazione andrebbe a vantaggio del turismo italiano, che potrà beneficiare della presenza di un soggetto di dimensioni adeguate alle sfide che la distribuzione globale impone, consentendo all’offerta ricettiva italiana di contrastare la frammentazione che la connota.

Commenta su Facebook