Aumento della tassa di soggiorno: bocciato a Roma, arriva a Firenze
A
La Commissione Turismo di Roma Capitale ha bocciato il provvedimento del bilancio 2015 che prevedeva l’aumento della tassa di soggiorno da 7 a 10 euro per notte negli alberghi a 5 stelle e che ha causato forti proteste da parte degli albergatori capitolini, spingendo persino alcune strutture a 5 stelle a manifestare l’intenzione di “declassarsi” per evitare di chiedere ulteriori gabelle agli ospiti.

Contemporaneamente arriva la notizia che l’aumento della tassa di soggiorno sarà probabilmente inserito nella delibera di bilancio 2015 del Comune di Firenze, nella misura di 0,50 euro in più per notte negli alberghi di tutte le categorie, esclusi i 5 stelle. Attualmente, la tassa di soggiorno a Firenze è di 1 euro a notte per stella d’albergo.

Fortemente contraria Federalberghi Firenze, il cui presidente Francesco Bechi chiede di slittare il provvedimento almeno al 2016 e la garanzia che l’eventuale gettito straordinario (nel 2014 i pernottamenti turistici a Firenze città hanno superato gli 8,5 milioni) sia utilizzato per migliorare l’accoglienza turistica come previsto dalla normativa.

Commenta su Facebook

Altro su...

Alberghi