A Milano lievitano i prezzi degli alberghi: le tariffe per l'apertura di Expo arrivano a +300%
A
La ghiotta occasione di Expo, con la previsione di milioni di visitatori che graviteranno su Milano, sta facendo lievitare le tariffe degli alberghi anche oltre le aspettative. Era, quello dell’impennata dei prezzi, uno dei maggiori timori degli organizzatori di eventi, che non a torto vedevano messa a rischio la “normale” attività su Milano di eventi non collegati all’Esposizione Universale.

Sembra ora che quel timore si sia rivelato fondato: secondo il motore di ricerca ProntoHotel, che confronta le tariffe sui principali portali di prenotazione alberghiera (tra cui Expedia, Booking, Laterooms, Venere e Getaroom), i prezzi delle camere per il mese di maggio, mese di apertura dell’Expo, sono aumentati considerevolmente, fino a punte del +300%.

Il monitoraggio delle tariffe è stato condotto su un campione di alberghi in diverse zone di Milano, confrontando i prezzi proposti per il prossimo maggio con quelli dell’attuale mese di gennaio. Al netto delle variazioni stagionali, ProntoHotel ha rilevato che nei 5 stelle situati in zona Duomo, quindi in pieno centro città, le tariffe di maggio arrivano fino a 650 euro a notte, contro i circa 220 euro di gennaio. I 4 stelle quotano invece fino a 309 euro, a fronte dei 199 euro di media in gennaio.

Nella zona dei Navigli, per un hotel a 4 stelle si può arrivare a 600 euro e a 324 per un 3 stelle. Aumentano i prezzi anche nel quartiere di Porta Nuova, con medie per un 4 stelle che oscillano fra i 400 e i 500 euro a camera per notte, mentre gli aumenti in zona Stazione Centrale portano le tariffe anche oltre i 300 euro. Più contenuti i prezzi degli hotel nei pressi della Fiera di Rho, fuori città ma più vicini al sito espositivo dell’Expo, che comunque in alcuni casi arrivano a rincarare anche del 300%: una camera standard a 4 stelle a maggio costa 330 euro.

Commenta su Facebook