Trieste: riparte il progetto del nuovo centro congressi, l’apertura è prevista nel 2017
A
Troverà posto accanto alla stazione centrale, nel complesso edilizio asburgico che ospitava i magazzini per le granaglie e che da anni è in stato di abbandono: il nuovo centro congressi di cui la città di Trieste si vuole dotare sarà parte di un centro polifunzionale da 45mila metri quadrati che nascerà dalla riqualificazione dei due grandi edifici (27 metri di larghezza per 250 di lunghezza, su 3 piani), il cui progetto, firmato dall'architetto Aldo Pavoni, sta ripartendo proprio in questi giorni.

A dare la notizia è Il Piccolo, che riferisce come il progetto Silos sia stato elaborato già nel 2003 e poi accantonato per sopravvenuta crisi economica: a rilanciarlo sono adesso le Coop Nordest, proprietarie dell’immobile, e Unieco, che insieme hanno costituito la società di scopo Silos SpA per investire 120 milioni di euro nella riqualificazione degli immobili.

Il centro congressi avrà una sala plenaria da 1.100 posti, divsibile in due spazi, e 3 sale più piccole, una da 200 posti e due da 100 posti. Il complesso comprenderà anche un albergo (sembra che Marriott possa essere interessata ad aprirvi un 5 stelle), ristoranti, negozi, spazi per lo sport e il fitness e uffici. Il Piccolo riferisce che il centro congressi sarà la prima struttura a essere inaugurata, nel 2017; le altre facilities seguiranno nel 2018.

Commenta su Facebook

Altro su...

Centri congressi