Rimini Fiera chiude il 2014 con 67 milioni di fatturato: in aumento i congressi, nel 2015 nuove fiere e convention di grandi aziende
A

Lorenzo Cagnoni

Sono stati presentati ieri, dal presidente Lorenzo Cagnoni, i dati di preconsuntivo a chiusura dell’anno fieristico e congressuale, che risultano tutti con il segno più rispettando gli obiettivi del business plan triennale. Pur in assenza di operazioni straordinarie, il Gruppo Rimini Fiera conclude infatti il 2014 con un fatturato preconsuntivo di 67,1 milioni di euro (erano 63,2 milioni nel 2013), un EBITDA di 11,5 (8 lo scorso anno) e un risultato netto consolidato di 2,7 (-714mila euro nel 2013). Inoltre il debito del Gruppo, contratto per la realizzazione dell’attuale quartiere fieristico, quest’anno si dimezza e scende a 7 milioni.

Nel 2014 Rimini Fiera, per ottimizzare i costi e massimizzare i risultati, ha realizzato la fusione con TTG Italia e con il Convention Bureau della Riviera di Rimini, già società controllate al 100%, con un’operazione che le ha trasformate in business unit, rispettivamente, del turismo e del congressuale.

I termini di prodotti fieristici, le principali manifestazioni di Rimini Fiera (TTG Incontri, Sigep, Rimini Wellness, Ecomondo) hanno tutte concluso le edizioni 2014 con aumenti di fatturato e visitatori, e buoni risultati si sono avuti anche per il SIA Guest grazie anche all’abbinamento con TTG Incontri. A contribuire ai risultati positivi anche i progetti internazionali: il consolidamento di Gelato World Tour, che dopo 6 tappe nel mondo è arrivato a Rimini in settembre, l’avvio di World of Coffee, trasferito a Rimini da precedenti piazze mondiali, e l’acquisizione del FIMAI di San Paolo del Brasile, fiera leader nel settore ambientale.

Sul fronte dei congressi, il consuntivo ne registra 103 ospitati quest’anno al Palacongressi, contro i 96 del 2013: dal congresso nazionale della CGIL a quello di Federanziani, al meeting del Grande Oriente d’Italia ai congressi delle associazioni medico-scientifiche italiane, un settore, quest’ultimo, in cui il Palacongressi ha ormai raggiunto un ottimo posizionamento.

Per il 2015 prevediamo un fatturato di 74,5 milioni di euro e un risultato netto di 3,4 milioni” ha detto Lorenzo Cagnoni. “Va in questo senso l’attività di ricerca e sviluppo per arricchire il calendario con nuovi prodotti: Flora Trade Workshop e Flora Trade Show, a febbraio e settembre 2015, segneranno il nostro ingresso nel settore del florovivaismo; sempre a settembre ci sarà la prima edizione riminese del Macfrut, mentre a novembre si svolgerà SAL.VE”. In cantiere, inoltre, Sib Event On Air, un nuovo format internazionale su musica, strumenti e tecnologie che si terrà a settembre 2015.

Dinamica anche la prospettiva 2015 per l’attività legata ad eventi e congressi, ha spiegato Cagnoni: “Avremo grandi convention di aziende nazionali e multinazionali quali Teamsytem, Coca-Cola e Tupperware. A luglio si terranno i Campionati del Mondo di Magia, un evento che Rimini ha vinto due anni fa battendo Seoul e Dublino: arriveranno in 3.550 da tutto il mondo. Un riconoscimento alla nostra organizzazione e alla città: perché, nel caso di eventi di portata mondiale, a candidarsi è tutto il sistema territoriale”.

Commenta su Facebook