Le 6 città italiane dove una camera d’albergo è più costosa rispetto scorso anno: effetto Expo?
A
Le tariffe alberghiere sono in salita nelle principali città del paese. Effetto Expo o incremento fisiologico di mercato? Giuseppe Sala, commissario unico di Expo 2015, ha recentemente invitato gli albergatori milanesi a calmierare i prezzi in occasione dell'evento, ma a 6 mesi dall’Esposizione Universale a Milano le tariffe sono aumentate del 5%, portando il costo di una camera a 106 euro.

Il dato emerge dal Price Radar di HRS, condotto confrontando i prezzi medi delle camere d’albergo del 3° trimestre 2014 con quelli del medesimo periodo dello scorso anno.

Milano non è l’unica destinazione italiana a seguire il trend che, forse anche in previsione degli attesi visitatori di Expo, sta facendo lievitare le tariffe. Anche dormire a Bologna, Genova, Firenze, Napoli e Roma richiede un aumento di budget. Per una notte a Roma bisogna spendere mediamente 100 euro (+3,1% rispetto al 2013), la stessa cifra chiesta dagli abergatori fiorentini (+1,0%). Bologna è la città che registra l’aumento maggiore, un +14,7% che porta il prezzo medio di una camera a 86 euro.

Le 3 città che non hanno registrato incrementi dei prezzi ma, al contrario, tariffe stabili o in flessione, sono quelle con gli alberghi più cari d'Italia, nell'ordine: Venezia, Verona e Bolzano. A Venezia, che ha avuto un calo dei prezzi del 2,7%, una camera viene venduta a 140 euro; a Verona, dove i costi sono rimasti invariati, a 117 euro, e a Bolzano a 113, cioè il 5% in meno rispetto allo scorso anno.

Commenta su Facebook