A ottobre il primo Festival Italiano della Creatività: Assocom e ADCI con Google rilanciano la comunicazione di qualità
A
Tre giorni dedicati al valore della creatività per rendere efficace e innovativa la comunicazione. Tre giorni di workshop, seminari, mostre, concorsi, incontri e dibattiti con relatori di fama internazionale. Sarà questo il primo Festival Italiano della Creatività organizzato dall'Art Directors Club Italiano (ADCI) e da Assocom, l'associazione delle aziende di comunicazione.

L’evento, che si svolgerà a Milano al Teatro Franco Parenti dal 2 al 4 ottobre 2014, nasce con l'obiettivo di diventare un vero marketplace della comunicazione di respiro cosmopolita, come conferma Nicola Lampugnani, consigliere ADCI: “Quando abbiamo iniziato a immaginare questo festival l’abbiamo fatto pensando che l’Italia meritasse un evento tutto suo, che rimettesse al centro la creatività, dandole nuova energia, interpretandola in chiave attuale e, soprattutto, con una visione internazionale”.

Un’opinione condivisa da Marco Testa, presidente di Assocom, che aggiunge: “Ho subito accolto e sostenuto l’iniziativa del festival. Rilanciare la comunicazione di qualità è fondamentale non solo per il nostro settore ma per l’intero paese”.

Il festival, dedicato ad agenzie, creativi, imprese, media, a tutti gli stakeholder di riferimento e aperto al pubblico, vedrà la partecipazione di ospiti italiani e internazionali e valorizzerà il talento dei giovani con laboratori dedicati alla creatività. Non solo: Google, partner dell’evento, premierà i talenti emergenti che si saranno distinti per aver realizzato le migliori campagne digital su YouTube.

Sempre in tema di riconoscimenti, l’appuntamento di ottobre vedrà l’assegnazione degli ADCI Awards, i premi italiani alle pubblicità più creative, e ospiterà  Il grande venerdì di Enzo, iniziativa di ADCI in ricordo di Enzo Baldoni (pubblicitario e giornalista rapito e ucciso in Iraq) e occasione di incontro e confronto fra i direttori creativi delle principali agenzie pubblicitarie italiane e i giovani creativi.

Commenta su Facebook