Presentata a Firenze BTC 2014: il Comitato Tecnico approva il progetto della prossima fiera degli eventi, 3 le linee guida
A
Sarà un’edizione focalizzata sul posizionamento commerciale del prodotto Italia nei mercati internazionali, sui contenuti professionali e sulla valorizzazione politica del settore meeting ed eventi: BTC ha presentato nei giorni scorsi il progetto dell’edizione 2014 al Comitato tecnico che ne supervisiona le linee guida, incassandone l’approvazione e il supporto strategico e operativo.

Composto da Enit, Regione Toscana, Toscana Promozione, Comune di Firenze, Firenze Convention Bureau, Firenze Fiera, Federcongressi&Eventi e Federalberghi Toscana, il Comitato tecnico ha infatti accolto con favore i 3 punti cardine su cui si svilupperà la fiera degli eventi, in calendario l’11 e il 12 novembre alla Fortezza da Basso di Firenze.

Il primo punto è quello legato all’incoming internazionale di eventi: obiettivo di BTC 2014 è infatti quello di portare nel padiglione espositivo, dove saranno presenti destinazioni, strutture e operatori italiani, un cospicuo numero di hosted buyer internazionali provenienti non soltanto dall’Europa, ma anche dai mercati di lungo raggio top spender nel segmento eventi, come Emirati Arabi, Brasile, Stati Uniti, Cina e India, profilati secondo l’interesse per la destinazione Italia.

L’idea è quella di supportare gli operatori italiani nell’acquisizione di clienti internazionali per ampliare e consolidare il proprio business. BTC porterà quindi in fiera, attraverso l’apposito programma di ospitalità, circa 300 hosted buyer, 200 dei quali arriveranno dall’estero per incontrare gli espositori con appuntamenti prefissati one-to-one.

Il secondo punto qualificante di BTC 2014 è quello dei contenuti che saranno proposti a latere del padiglione espositivo: come lo scorso anno – quando seminari, convegni e tavole rotonde hanno raggiunto livelli record di partecipazione e attratto un ingente numero di visitatori – il programma education sarà articolato su una varietà di temi (trend di mercato, dati macroeconomici, eventi, marketing, digital, comunicazione, turismo, sviluppo professionale, reputation e così via) e organizzato con il supporto delle associazioni di settore e di partner esterni specializzati.

Infine, la valorizzazione del settore congressuale e degli eventi come risorsa per il sistema-paese e le strategie per svilupparlo: un tema molto caldo, che BTC affronterà proponendo la seconda edizione del Politicians Forum, un format pensato per coinvolgere politici nazionali e locali (il Ministro del Turismo, gli assessori regionali, i dirigenti del turismo, i sindaci delle città a vocazione congressuale) e stimolarli a una riflessione sul valore che il segmento ha per le destinazioni anche al di là dei più comunemente noti benefici turistici per supportarlo con politiche adeguate.

Il Politicians Forum sarà organizzato da BTC in collaborazione con Federcongressi&eventi: l’obiettivo è quello di farne un evento centrale per il settore congressuale e un momento di confronto dialettico dove, attraverso la presentazione di best practice pubbliche e private, si delineino le strategie future. Il tema portante del Forum 2014 sarà quello del convention bureau nazionale, attualmente in fase di costituzione in forma di rete di imprese.

La scorsa edizione di BTC ha registrato quasi 7mila presenze nei 2 giorni di manifestazione (il doppio dell’anno precedente), 313 aziende espositrici e 300 hosted buyer, per i quali sono stati organizzati 5 post tour in 5 diverse destinazioni di Toscana, Umbria ed Emilia Romagna.

Commenta su Facebook