Come ridurre lo spreco di cibo negli eventi: le best practice nel convegno promosso da Lago Maggiore Meeting Industry
A
Mettere in atto azioni per ridurre lo spreco di alimenti è un bisogno sempre più sentito e anche il mondo degli eventi scende in campo con best practice di valore etico: il 5 giugno, in occasione della Giornata contro lo spreco alimentare, si svolgerà infatti il convegno Save the food-Il contributo del settore congressuale, organizzato da Lago Maggiore Meeting Industry e patrocinato da Federcongressi&eventi e da Expo 2015.

Obiettivo del convegno, che si svolgerà al Grand Hotel Dino di Baveno, sul lago Maggiore, è presentare, da un lato, le linee guida per la riduzione degli sprechi alimentari negli eventi, e dall’altro la sperimentazione effettuata da strutture alberghiere del Lago Maggiore e altre best practice di imprese della zona.

Lago Maggiore Meeting Industry (progetto promosso dalle Camere di Commercio del Verbano Cusio Ossola, di Novara, di Varese e dall’Ente Turistico Lago Maggiore) organizza la giornata in collaborazione con la Fondazione Banco Alimentare Onlus e Last Minute Market. Le relazioni, fra cui quelle di Marco Lucchini, direttore generale della Fondazione Banco Alimentare Onlus, e Andrea Segrè, direttore Dipartimento Scienze e tecnologie agroalimentari dell’Università di Bologna, saranno moderate da Cristina Rapisarda Sassoon di Global Trends Milano.

Fra i temi che saranno affrontati, quelli delle eccedenze alimentari e della riduzione degli sprechi nella filiera agro-alimentare; saranno inoltre illustrati il Piano nazionale di prevenzione dello spreco alimentare e i progetti avviati sul territorio per evitare che il cibo non consumato nel corso di congressi, incentive e meeting vada perduto.

Con il Banco Alimentare, infatti, è stata avviata la sperimentazione del recupero di cibo delle prime colazioni delle strutture alberghiere Grand Hotel Dino di Baveno, Regina Palace e Grand Hotel des Iles Borromees di Stresa: pane e prodotti secchi come torte, brioche e biscotti avanzati dal breakfast saranno infatti ritirati da una struttura caritatevole per essere consumati in giornata dai suoi ospiti.

La partecipazione a Save the food-Il contributo del settore congressuale è gratuita previa registrazione online: l’evento rientra nel progetto Lago Maggiore Green Meeting realizzato da Lago Maggiore Meeting Industry grazie all’accordo italo-elvetico tra gli enti di promozione turistica della zona per organizzare eventi a basso impatto ambientale.

Il programma completo è consultabile sul sito del convegno.

Commenta su Facebook