Rockin’1000 diventa evento musicale: Courmayeur si aggiudica la band più grande del mondo e ne fa leva di marketing territoriale
A
La rock band più grande del mondo suonerà quest'estate ai piedi del Monte Bianco: in Val Veny, a pochi chilometri da Courmayeur, al 28 al 29 luglio sarà allestito il Rockin’1000 Summer Camp, il villaggio della musica dove si esibiranno i 1.000 musicisti di Rockin’1000, la band nata per gioco da una scommessa quasi impossibile.

La storia di Rockin'1000 ha fatto il giro del mondo. Due anni fa il fan dei Foo Fighters Fabio Zaffagnini con un gruppo di amici decide di organizzare un mega tributo alla band americana per convincerla a tenere un concerto a Cesena, la sua città. Zaffagnini si finanzia raccogliendo 40mila euro in crowdfunding e, dopo un casting online, il 26 luglio 2015 raduna nel Parco Ippodromo di Cesena 1.000 musicisti che suonano la hit dei Foo Fighters Learn to fly. Il video della performance diventa virale raggiungendo 37 milioni di visualizzazioni: a vederlo sono anche i Foo Fighters che, colpiti dall’esibizione, aggiungono un fuori programma al loro tour facendo tappa a Cesena.

Visto il successo, il progetto Rockin'1000 si struttura in poco tempo. Nel 2016 la band (i musicisti non sono però sempre gli stessi, ma vengono reclutati con un nuovo casting) si riunisce allo stadio di Cesena per suonare non più una sola canzone ma un vasto repertorio di hit del rock. Il concerto è un successo, 14mila gli spettatori, ed è il lancio per l’incisione di un disco.

Quest’anno Rockin'1000 cambia format: da concerto diventa evento musicale ed esce per la prima volta dalla Romagna per andare in Valle d'Aosta. Il Rockin’1000 Summer Camp sarà un villaggio dove per due giorni il pubblico potrà campeggiare, ballare e suonare attorno a un grande falò e assistere alle prove dei 1.000 musicisti che suonano all’unisonoIl programma prevede iniziative e attrazioni legate al mondo del rock e culminerà con due esibizioni della band.

La location, la Val Veny, è stata scelta tra le tante destinazioni che si erano candidate per ospitare l'evento in virtù del suo scenario naturale, elemento che darà valore aggiunto al video dell’iniziativa. A patrocinare l’evento è il Comune di Courmayeur, che ne ha colto le potenzialità come leva di marketing territoriale: “Crediamo che attraverso Rockin’1000 sia possibile veicolare un’immagine della montagna come luogo di condivisione e incontro, aperto a tutti” dice infatti il sindaco di Courmayeur Fabrizia Derrland. “Attraverso la musica, inclusiva per definizione, vogliamo far conoscere al grande pubblico la bellezza selvaggia e incontaminata della nostra Val Veny”.

E dopo i confini regionali il progetto Rockin'1000 si sta preparando a varcare anche quelli nazionali, rispondendo a richieste di esibizioni provenienti da tutto il mondo.

Una curiosità: la band è composta da musicisti professionisti e amatoriali, da adulti e da bambini che inviano la propria candidatura sul sito del progetto. A coloro che superano le selezioni viene chiesta la disponibilità per la data delle esibizioni: raggiunte le 1.000 adesioni si aprono le liste di attesa, a cui gli organizzatori attingono in caso di defezioni dei convocati.

Commenta su Facebook