Parte Be-Wizard!, al Palacongressi di Rimini si parla di digital experience: 4 i percorsi tematici su come personalizzarla
A
Prende il via questa mattina al Palacongressi di Rimini il Be-Wizard!, l’evento organizzato da Titanka dedicato al web marketing e alle sue molteplici applicazioni che quest’anno si focalizza sui settori turismo, business, ecommerce e food. Attesi per le due giornate (31 marzo e 1 aprile) partecipanti da tutta Italia, che assisteranno alle sessioni, declinate in questa edizione sul tema della digital experience dell'utente, che se efficace e personalizzata contribuisce a generare fidelizzazione e business.

A ribadire la centralità del web e dell’esperienza digitale nell’influenzare i consumatori e le loro decisioni di acquisto sono gli esperti che condurranno le sessioni: in totale, al Be Wizard! di quest’anno saliranno sul palco più di 40 speaker italiani e internazionali, con un programma di approfondimenti specialistici articolati in percorsi tematici. “Il 76% dei turisti considera le informazioni ufficiali poco credibili” anticipa per esempio Josep Ejarque, esperto di promozione turistica. “Oggi, un qualsiasi commento postato in rete da un utente ha più valore e credibilità di qualunque comunicazione fatta da una destinazione, un hotel o un operatore, e dati di Oxford Economics dicono che TripAdvisor ha influenzato il 13% dei viaggi internazionali”.

L’esperienza digitale come leva di business sarà il tema del percorso di “advanced marketing” coordinato dallo specialist Fabio Sutto, dove si esploreranno le nuove frontiere del neuromarketing, il fenomeno del cross-device e le tecniche per trovare e raccogliere dal web le informazioni pubbliche utili per il marketing della propia azienda. All’ecommerce saranno dedicate diverse sessioni, coordinate dal consulente specializzato nel marketplace e nelle vendite online Giovanni Cappellotto e incentrate su come trasformare i visitatori dei siti web in clienti, come utilizzare gli influencer per aumentare le vendite e come sfruttare i dati per personalizzare l’offerta.

Infine il food, che entra nel palinsesto in virtù del suo forte legame con il digital: “La ristorazione”, spiega la coordinatrice del percorso Nicoletta Polliotto, “sta vivendo oggi quello che ha vissuto il travel 10 anni fa, ma in maniera accelerata: un passaggio agli strumenti digitali che è molto più rapido e che sta cogliendo molte persone impreparate a questo cambiamento. Per questo offriremo spunti subito applicabili tanto dagli operatori del comparto quanto dai food marketer”.

Commenta su Facebook