Apre a Davos il World Communication Forum, le agenzie italiane in prima linea con il PR Hub di Assocom
A
Si parlerà anche italiano al World Communication Forum che apre oggi a Davos e che rimmarrà in scena fino al 10 marzo nel centro congressi della cittadina svizzera. All’evento annuale, che riunisce professionisti della comunicazione e delle pubbliche relazioni provenienti da tutto il mondo per discutere le principali tendenze del settore, partecipa infatti anche PR Hub, la rete che riunisce le oltre 20 agenzie di relazioni pubbliche aderenti ad Assocom.

I temi chiave di questa settima edizione del Forum sono quelli "caldi" per il mercato globale della comunicazione: la comunicazione nel mondo arabo, per esempio, ma anche la comunicazione digitale, la gestione delle crisi reputazionali sui social media, i nuovi servizi di comunicazione per il turismo.

Il contributo dato al programma del forum dalla delegazione italiana, capitanata dal coordinatore di PR Hub Andrea Cornelli e composta dai rappresentanti delle agenzie Below, Blu Wom, DMTC, Glebb&Metzger, Ketchum, Spencer & Lewis e Competence Communication è doppio. PR Hub promuove infatti la tavola rotonda, in calendario la mattina di apertura, dedicata al ruolo cruciale delle associazioni della comunicazione nei mercati nazionali e internazionali e partecipa al panel della seconda giornata, in cui i direttori della comunicazione di grandi aziende presenteranno brief di progetti ai quali i CEO delle agenzie daranno risposta in tempo reale.

Nel programma del World Communication Forum ci sono molti altri appuntamenti di interesse, fra cui la tavola rotonda sulla reputazione nazionale e sui soggetti che contribuiscono a costruirla e comunicarla, le sessioni formative dedicate a come misurare il reale valore delle relazioni pubbliche, i seminari sui temi social e su come creare engagement con lo storytelling.

Commenta su Facebook