Expo: ricavi a 736 milioni di euro, l’evento ha avuto un impatto di 12,6 miliardi sull’economia lombarda
A
Expo SpA, la società che ha gestito l’Esposizione Universale, chiuderà l’attività con un patrimonio netto di 14,2 milioni di euro. È la previsione del consiglio di amministrazione, che ha diffuso i dati di preconsuntivo in attesa del bilancio, la cui approvazione è programmata per il prossimo aprile. Dato positivo, quello del patrimonio netto: da Expo sottolineano infatti che ci si aspettava il pareggio di bilancio.

I ricavi relativi al 2015 ammontano a 736,1 milioni di euro: 373,7 milioni derivano dalla vendita di 21.476.957 biglietti, emessi a un prezzo medio di 17,4 euro ciascuno (le stime pre-evento parlavano di 24 milioni di biglietti a 19 euro) e 223,9 milioni dalle sponsorizzazioni, incassate in contanti per un valore di 45,2 milioni e per il resto (178,7 milioni) in beni e servizi. Ulteriori 138,5 milioni sono stati ricavati da altre fonti (royalties, merchandising etc).

I costi ammontano invece a 721,2 milioni di euro (contro gli 800 inizialmemte preventivati): 311,2 milioni sono stati spesi per la gestione del semestre dell’Esposizione Universale, 178,7 milioni per beni e servizi resi a fronte dei diritti di visibilità, 185,7 milioni di euro per le attività di promozione, comunicazione, distribuzione e commercializzazione dell’evento in Italia e all’estero e 45,6 milioni per le spese generali, di personale e di funzionamento.

Parallelamente, uno studio condotto dall’Osservatorio regionale sul turismo coordinato dalla LIUC-Università Cattaneo in collaborazione con la Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia ha stimato che l’impatto economico prodotto dai visitatori di Expo nella regione è quantificabile in 12,6 miliardi di euro: 5,3 miliardi nei settori della ricettività e della ristorazione, 4,1 nel commercio, intrattenimento e tempo libero e 3,2 nel settore dei trasporti. La ricaduta sull’occupazione in Lombardia è stata pari a circa 87mila nuove unità di lavoro.

I numeri di impatto economico sono stati annunciati da Mauro Parolini, assessore regionale allo sviluppo economico: “A questi numeri” ha sottolineato “si aggiungono anche quelli altrettanto positivi relativi ad arrivi e presenze truistiche, che attestano un aumento a doppia cifra rispetto all’anno precedente in tutto il territorio regionale, con picchi vicini al +30% su Milano”.

Commenta su Facebook

Altro su...

Expo 2015