TTG Incontri e Netcomm, protocollo d’intesa per favorire l’evoluzione digitale del turismo: a Rimini l’inizio del percorso con 2 eventi
A
È un progetto ambizioso, quello avviato da TTG Incontri e Netcomm, che punta dritto all’innovazione tecnologica come chiave di volta per accrescere la competitività del turismo italiano. E per farlo mette a fattor comune le competenze dei due partner a beneficio dell’evoluzione digitale di tutti gli attori della filiera, da perseguire attraverso un percorso di analisi, ricerca e formazione articolato in diverse fasi.

Gli ambiti di operazione fra i due firmatari del protocollo d’intesa sono in questo senso complementari: da una parte TTG Incontri, la maggiore fiera internazionale del turismo in Italia, che ha il ruolo di facilitatore di business, innovazione e crescita per le imprese; dall’altra Netcomm, il consorzio nato per favorire la diffusione del commercio elettronico, chiamato a sensibilizzare gli operatori sulle opportunità del digitale.

“l mercato turistico italiano vale 110 miliardi di euro, ma meno del 10% è realizzato in eCommerce” afferma il presidente di Netcomm Roberto Liscia. “In altri paesi questa percentuale supera il 50%. Ci sono quindi enormi margini di crescita per i player italiani dell'eTravel e per le startup del settore. La nostra presenza a TTG Incontri e le indagini che congiuntamente promuoveremo insieme vogliono mappare, analizzare e sostenere la crescita del turismo digitale quale leva strategica per gli operatori del settore”.

I primi due eventi organizzati come parte del percorso comune si svolgeranno all’interno di TTG Incontri, che si tiene a Rimini Fiera dall’8 al 10 ottobre. Il primo è il convegno intitolato Sistema Paese alla prova: la sfida per conquistare il nuovo consumatore digitale planetario: in programma il pomeriggio dell’8 ottobre nell’area TTG Next, si propone di sensibilizzare operatori e istituzioni sul valore dell’innovazione per il turismo e di capire perché le imprese del settore non crescono allo stesso ritmo con cui cresce il turismo nel mondo. L’analisi di ostacoli e modelli di business obsoleti porterà a indagare le tecnologie future e l’impatto che avranno su aziende, comparto e consumatori.

Il secondo appuntamento si terrà la mattina dell’8 ottobre nell’area TTG Travel Agents’ Arena, ed è un seminario dedicato agli intermediari. Digital commerce nelle agenzie di viaggi, come conquistare il nuovo consumatore digitale spiegherà quali sono i nuovi comportamenti d’acquisto e come impostare di conseguenza una strategia retail omnicanale. L'obiettivo è comprendere come anche le agenzie più tradizionali stiano vivendo una profonda trasformazione e debbano pertanto cambiare le proprie logiche di vendita, considerando i contenuti digitali come parte integrante dei nuovi processi di vendita.

“Gli imprenditori del turismo” dice Paolo Audino, direttore della business unit Turismo di Rimini Fiera, “stentano a vedere l’innovazione come un tema prioritario o almeno come una necessità. Manca spesso una visione di quelli che saranno gli sviluppi, anche in vista del quadro tecnologico che si delineerà nel futuro. C’è un diffuso adagiarsi su ragionamenti che considerano gli strumenti tecnologici conosciuti, magari cercando di adattarsi, mentre all’orizzonte si profilano tecnologie e strategie di business che avranno impatti sostanziali sugli attuali modelli. Gli appuntamenti di TTG Incontri mirano a intaccare questo immobilismo, proprio di gran parte delle istituzioni e delle aziende private”.

L’azione comune non si ferma alla fiera: nei prossimi mesi TTG Incontri e Netcomm organizzeranno un percorso formativo per le imprese del settore turistico che farà tappa nelle principali città, e realizzeranno congiuntamente un’analisi di mercato che sarà presentata nel 2016 a TTG Incontri e all’E-Commerce Forum di Netcomm.

Commenta su Facebook