Condé Nast alla Mostra del Cinema di Venezia con 4 eventi di marketing per vip e pubblico
A
Un colosso dell’editoria come Condé Nast, che ha in portafoglio brand come Vogue e Vanity Fair, veri e propri influencer di gusti e tendenze e legati a un immaginario fatto di classe ed eleganza, non poteva che scegliere location di lusso e dal sicuro effetto wow come sede dei propri eventi di marketing in occasione della Mostra del Cinema in corso a Venezia.

La presenza del gruppo editoriale alla kermesse in laguna è ormai una tradizione e non potrebbe essere altrimenti vista l’audience dell’evento cinematografico: attori, vip ed esponenti del bel mondo che per più di una settimana popolano la Serenissima.

Il palcoscenico veneziano quest’anno è stato sfruttato da Condé Nast con 4 eventi che, realizzati direttamente dall’azienda, in 3 casi sono stati organizzati come eventi di co-marketing promuovendo contemporaneamente testate del gruppo e beni di lusso.

Fly Beyond, il party del mensile Vanity Fair e della vodka francese Grey Goose presente sui set di film come Sex & The City e Gigolò per Caso, si è svolto sulla Grand Terrace di 240 metri quadrati dell’Hotel Westin Europa & Regina. La serata, animata da dj set a da uno spettacolo di giochi di luce al ritmo di musica, ha visto tra gli ospiti Bobo Vieri, Nastassja Kinski e Tosca D’Acquino.

A Tribute to Ursula Andress ha invece celebrato la prima Bond Girl con 22 immagini d’archivio della diva che, selezionate da Vanity Fair e del marchio di moda Luvé, hanno animato e personalizzato le pareti dei Granai della Giudecca dell’Hotel Cipriani, mentre le scene cult dei film dell’attrice avvolgevano gli ospiti con le colonne sonore originali.

Sempre pluristellata la location di Being The Protagonist – The Magic Of Cinema From The Best Covers Of L’Uomo Vogue. La mostra, che ha ripercorso gli ultimi anni del grande schermo attraverso 44 copertine de L’Uomo Vogue, è stata allestita nella Chiesa di San Clemente dell’Hotel St. Regis Palace, sull’isola di San Clemente. Anche in questo caso l’evento ha avuto la partecipazione di un marchio di moda, Jacob Cohën, che spesso realizza le vetrine dei suoi showroom ricreando scene di film.

Altra location a 5 stelle ma format ben diverso per Roxanne Lowit Magic Moments. All’Hotel Bauer Palladio la serata-evento, organizzata da Vanity Fair in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà, ha reso omaggio a Roxanne Lowit, fotografa delle star del cinema, della moda e dello spettacolo, con la presentazione in anteprima mondiale del documentario a lei dedicato diretto da Yvonne Sciò.

Commenta su Facebook