Presentato il cartellone degli eventi Expo: in programma 160 appuntamenti, ma mancano le specifiche e un programma integrato
A
Le giornate nazionali dei paesi partecipanti, le giornate internazionali, le feste di Expo e Women for Expo: questi i 4 percorsi su cui si articola il cartellone degli eventi ideati da Expo che animeranno i 6 mesi dell’Esposizione Universale.

Presentato sabato 18 aprile a Pompei, in occasione del terzo appuntamento di Expo delle Idee, dal presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina, il cartellone Expo (per scaricarlo clicca qui) sarà integrato dagli eventi organizzati dai paesi partecipanti, dagli sponsor e dalle aziende presenti.

Le giornate nazionali dei paesi partecipanti saranno in tutto 115: si comincia il 3 maggio con il Turkmenistan per concludere il palinsesto il 29 ottobre con la Guinea Equatoriale. Nelle giornate loro dedicate i paesi condivideranno tradizioni, saperi, cibi e tecnologie, e organizzeranno eventi e celebrazioni dentro e fuori il sito espositivo. Attesi leader e politici da tutto il mondo, fra cui Francois Hollande il 21 giugno per la giornata della Francia, Angela Merkel il 18 giugno per la giornata della Germania, Vladimir Putin il 10 giugno per la giornata della Russia e forse Barack Obama il 4 luglio, per la giornata nazionale degli Stati Uniti. La Cina sarà protagonista con ben 4 appuntamenti: la giornata del turismo cinese il 22 maggio, la giornata nazionale l’8 giugno e due settimane a giugno dedicate, rispettivamente, a Pechino e Shanghai.

Le giornate internazionali hanno invece il compito di sensibilizzare il pubblico dei visitatori rispetto agli argomenti correlati al tema di Expo, principalmente l’alimentazione, le risorse e la sostenibilità: si tratta di 26 giornate, che saranno celebrate con eventi, incontri e iniziative speciali, fra cui la giornata dell’Europa, la giornata internazionale della pace, la giornata per compattere desertificazione e siccità, quella contro il lavoro minorile, quella per l’ambiente, il forum internazonale della cultura e, unico intitolato a un personaggio specifico, il Nelson Mandela Day.

Il terzo percorso è quello delle feste di Expo, pensate per rendere protagonista il cibo e la sua condivisione. La prima sarà la festa del latte, programmata per il 29 maggio, e seguiranno quelle di pane, pizza, frutta e verdura, cacao, vino, riso, olio e così via. Gli appuntamenti tematici sui diversi cibi sono realizzati in collaborazione con il Padiglione Italia e le associazioni nazionali e internazionali di categoria. Il 20 giugno, infine, il cartellone prevede una festa non legata a un alimento: la Notte Bianca del Cinema e del Teatro.

Quarto e ultimo filone del cartellone è Women for Expo, dedicato alle donne e alla loro cultura: 16 giornate in programma per affrontare temi quali il ruolo femminile nell’agricoltura nel mondo, l’imprenditorialità femminile, la figura della donna in ambiti quali la sicurezza alimentare, l’istruzione, la sostenibilità.

Ora, a 11 giorni dall’inaugurazione di Expo, si attendono le specifiche di cosa esattamente succederà durante le giornate presentate, così come il programma degli eventi di paesi partecipanti, partner, sponsor, aziende. L’auspicio è che Expo riesca a produrre un programma integrato, magari addirittura consultabile attraverso la app. Siamo fiduciosi.

Commenta su Facebook

Altro su...

Expo 2015