I progetti delle imprese per Expo e le opportunità ancora aperte per gli organizzatori di eventi
A
A Milano un’impresa su tre (cioè 80mila) sta preparando iniziative dirette per Expo, e il 60% pensa che Expo possa fare da volano al proprio business, stimando un incremento del fatturato del 10%. È quanto ha rilevato la Camera di Commercio di Milano con un’indagine a campione su 500 aziende, che è stata diffusa ieri in occasione dell’incontro l’incontro Milano città globale, il sistema imprenditoriale si prepara all’Esposizione Universale in cui la Camera ha raccontato i propri progetti per Expo fornendo un aggiornamento sui risultati.

Secondo l’indagine, il coinvolgimento delle imprese in Expo sarà relativo a forniture e servizi diretti, alla realizzazione di prodotti o iniziative dedicate specificatamente all’Esposizione, alla sponsorizzazione di progetti a essa legati. I dati interessanti sono però altri: l’8% delle aziende organizzerà eventi per presentare i propri prodotti sfruttando il palcoscenico Expo, l’11% farà qualcosa ma non sa ancora cosa e il 5% non ha ancora le idee chiare. È questo margine di incertezza la finestra ancora aperta per le agenzie di eventi, che con proposte specifiche possono intercettare non tanto chi ha già deciso di organizzarli, quanto piuttosto chi è ancora incerto e sta interrogandosi su come non perdere il treno dell’Esposizione.

Del resto, con i diversi progetti messi in campo la Camera di Commercio di Milano ha già coinvolto direttamente in Expo più di 10mila imprese. Oltre 1.000 con i Tavoli Tematici, cioè il format pensato per presentare i nuovi progetti imprenditoriali nati per (o in relazione) a Expo a investitori, aziende, media e istituzioni; più di 2.000 per gli aspetti turistici, 2.000 per l’organizzazione degli eventi del palinsesto di Expo in Città, altre 2.000 che partecipano a convegni e incontri di orientamento sulla manifestazione, 1.000 coinvolte sul tema contatti internazionali per fare business all’estero, 150 finanziate dai bandi per i progetti innovativi legati alle tematiche di Expo… “Il sistema imprenditoriale sta dimostrando di saper cogliere la grande opportunità dell’Esposizione Universale con migliaia di iniziative diffuse sul territorio.  Ogni visitatore che sapremo accogliere sarà il miglior investimento per il nostro futuro” ha commentato il presidente della Camera di Commercio di Milano Carlo Sangalli.

E sull’eredità di Expo è intervenuto Sergio Rossi, direttore sviluppo imprese della Camera: “Le stime aggiornate di ricaduta della manifestazione nel periodo 2012-2020 si concentrano su 3 aspetti principali: la creazione di nuove imprese (1,7 miliardi di impatto per 12mila nuovi posti di lavoro), i flussi di visitatori e l’indotto turistico (10 miliardi di impatto e 84mila posti di lavoro) e l’internazionalizzazione delle aziende (5,1 miliardi di impatto e 39mila nuovi posti di lavoro) L’Expo è sicuramente occasione di sviluppo per il sistema imprenditoriale a livello nazionale”.

Presentati, inoltre gli aggiornamenti sui progetti Expo che la Camera di Commercio ha varato per coinvolgere le imprese, fra cui i già citati Tavoli Tematici, cui hanno aderito 1.000 nuove iniziative imprenditoriali; l’Expo Business Matching, piattaforma informatica per l’internazionalizzazione che favorisce gli incontri B2B fra le imprese italiane e quelle estere in arrivo a Milano e che a marzo inzierà il matching; Explora, la società per la commercializzazione del prodotto turistico lombardo; i Cataloghi Beni e Servizi per i paesi partecipanti, con 1.200 profili di imprese italiane cui i paesi si possono rivolgere per la fornitura di beni e servizi.

Infine Expo in Città, il palinsesto di eventi pubblici e privati che si svolgeranno fuori dal sito espositivo, facilitati da uno sportello per le autorizzazioni comunali e da una directory delle location disponibili (già più di 700). Expo in Città promuove gli eventi con un calendario sul sito dedicato e con una app, ne supporta la comunicazione e agevola il reperimento di sponsor: a oggi, segnala il responsabile Claudio Artusi, sono già state inserite nel calendario di Expo in Città 1.500 iniziative per un totale di 17mila eventi, fra cui anche quelli organizzati dai paesi partecipanti. I picchi saranno a giugno e ottobre, ma anche i mesi estivi si preannunciano movimentati.

Margherita Franchetti

Commenta su Facebook