Expo: l’Austria presenta il padiglione-bosco e un palinsesto di eventi culturali che si terranno in tutta la città
A
L’Austria è pronta per Expo. La costruzione del padiglione è stata terminata il 20 febbraio ed è ormai ufficiale il palinsesto degli eventi che il paese organizzerà non solo nel padiglione stesso, ma in tutta Milano nei 6 mesi dell’Esposizione Universale.

La presentazione del padiglione austriaco, del suo concept e degli eventi che lo animeranno è avvenuta lo scorso fine settimana all'Expo Gate di Milano nell'ambito del programma Participants Weekend: due giorni, arricchiti da degustazioni culinarie aperte al pubblico e animazioni per i bambini, in cui George Castlunger, responsabile del padiglione, e Martin Turba, responsabile del calendario eventi, hanno illustrato i temi, gli obiettivi e le attività culturali che l'Austria organizzerà a Milano anche fuori dal sito espositivo di Expo.

Nel padiglione, impostato sul concept breathe.austria (respirate l’Austria), ci si potrà muovere in un vero e proprio bosco. A breve infatti un terzo della sua area sarà piantumata con alberi ad alto fusto e arbusti, realizzando un polmone verde che ogni ora produrrà una quantità di ossigeno sufficiente per 1.800 persone.

L’attenzione dell'Austria al green non si limita però all’effetto scenografico del bosco. All’interno del padiglione, per il quale sono stati stanziati 12milioni di euro, si potranno infatti scoprire sotto forma di prototipo le soluzioni per l’edilizia sostenibile e l’energia solare elaborate da aziende austriache. Legato al tema dell’ecosostenibilità sarà anche l’intervento degli chef stellati austriaci, che proporranno piatti a base di alimenti prodotti in maniera rispettosa dell’ambiente in due punti del padiglione: il bar e il ristorante della terrazza panoramica, dove si svolgeranno anche gli eventi delle aziende austriache.

Per quanto riguarda il "fuori Expo", l’Austria animerà diverse location di Milano, fra cui il Teatro alla Scala e la Triennale, con eventi dedicati alla musica, all’arte figurativa, alla danza, al cinema, all’arte contemporanea, all’architettura e al design.

Gli appassionati di musica avranno solo da scegliere: band emergenti austriache si esibiranno in più sedi, mentre l’Orchestra Filarmonica di Vienna eseguirà alla Scala la Sinfonia n. 3 di Gustav Mahler. Si potranno poi ascoltare anche i Wiener Symphoniker, l’orchestra barocca L’Orfeo, l’ensemble Concentus Musicus di Vienna con Nikolaus Harnoncourt e l’Orchestra sinfonica Vorarlberg.

Dedicata agli amanti del design sarà invece Energy for Life – Austrian Innovation and Creativity for a Better World (energia per la vita: innovazione e creatività austriache per un mondo migliore): la mostra, che sarà allestita alla Triennale, permetterà di compiere un viaggio fra le opere realizzate da architetti, designer, artisti e industriali austriaci. Tutte le creazioni avranno un unico filo conduttore: l’impegno per la salvaguardia del pianeta.

Infine, nell’ambito delle arti figurative è in preparazione, insieme alla Galleria San Fedele, una retrospettiva sul fotografo e pittore del Novecento Arnulf Rainer, mentre una selezione di film austriaci sarà presentata al Milano Film Festival.

Commenta su Facebook

Altro su...

Expo 2015