Al Palavela la cerimonia d’apertura di Torino Capitale Europea dello Sport 2015, i Sonics in scena con uno spettacolo ad hoc
A
Uno show che ha raccontato lo sport attraverso le performance spettacolari di atleti, ginnasti e ballerini, esibitisi in due momenti di show di fonte a una platea di 7mila spettatori: la cerimonia di apertura di Torino Capitale Europea dello Sport 2015, che si è svolta venerdì scorso al Palavela, è stata animata da una produzione ad hoc dei Sonics, il team acrobatico torinese già protagonista della cerimonia di chiusura delle Olimpiadi invernali di Torino 2006.

Per Torino il 2015 sarà un anno di eventi sportivi grandi e piccoli, nazionali e internazionali, professionali e amatoriali che coinvolgeranno tutti i cittadini in un progetto di cultura sportiva di ampio respiro per cui si prevedono migliaia di visitatori. La cerimonia di apertura è stata l’occasione per presentare il fitto calendario di manifestazioni che affolleranno le strutture sportive della città e del suo territorio e ai Sonics è stata affidata la creazione e la direzione artistica di due momenti di spettacolo.

“Abbiamo realizzato musica, coreografie e costumi ad hoc in tempo record”, dice Alessandro Pietrolini, direttore artistico dei Sonics, “lontani dai colori forti e sgargianti e dalle atmosfere oniriche che caratterizzano i nostri spettacoli e più vicini a un’atmosfera vintage, per la realizzazione di un quadro che ha visto in scena, oltre agli acrobati del gruppo Sonics, anche 40 figuranti”.

Con questo spettacolo, prodotto da Fanzia Verlicchi di Equipe Eventi, i Sonics hanno rafforzato il legame con la loro città e dimostrato di saper spettacolarizzare grandi eventi mediatici con performance e coreografie personalizzate di cui curano ogni aspetto tecnico e creativo.

Alla fine della cerimonia, per il secondo momento di show, i Sonics hanno portato in scena il loro successo Meraviglia, lo spettacolo con la grande sfera rossa d’acciaio che si è innalzata nelle piazze e nei cieli di tutto il mondo e che in questa occasione si è calata dal soffitto del Palavela creando emozioni e stupore.

Commenta su Facebook