Gli eventi elemento di maggiore appeal di Expo: il sentiment positivo torna ai livelli di quando fu acquisito
A
Sono gli eventi che si svolgeranno come parte del palinsesto, e a corollario, dell’Esposizione Universale la prima ragione del sentiment positivo degli italiani verso Expo. Il livello di “entusiasmo” per la manifestazione cresce quanto più si avvicina la data dell’apertura. Dopo mesi di sentiment ondeggiante, con alti e bassi legati anche allo svolgersi delle vicende di cantiere non sempre edificanti, la fiducia nell’evento torna ai livelli registrati nel periodo dell’assegnazione.

La Camera di Commercio di Milano e Voices from the Blogs nel mese di dicembre hanno analizzato un milione di conversazioni online registrando un mood sull’Expo positivo al 75,1% in Italia e al 76,7% a Milano.

Per il 40% dei milanesi e il 32% del resto degli italiani è dunque l’attesa degli eventi legati a Expo (e proprio ieri è stato presentato il palinsesto delle 26 grandi mostre che si terranno a Milano nel semestre dell'Esposizione) la principale ragione di ottimismo, seguita dall’opportunità di trattare il tema dell’ecosostenibilità, dalle prospettive occupazionali e di business derivanti dalla manifestazione e dall’interesse per il tema dell’educazione alimentare. L’8% degli italiani è positivo per ragioni di orgoglio nazionale, mentre soltanto il 5% perché pensa che Expo porterà benefici al comparto del turismo.

Se quello degli eventi (intendendo in primis gli eventi culturali) è l’elemento di Expo di maggiore appeal per gli italiani potenziali visitatori della manifestazione, la Camera di Commercio indica che oggi a Milano ci sono 975 imprese di organizzazione eventi, e che la sua provincia è la prima in Italia per concentrazione del settore, davanti a Roma e Torino. Cultura e organizzazione eventi, dice la Camera di Commercio, a Milano danno lavoro complessivamente a 85mila persone.

Commenta su Facebook