Expo 2015, lo stato di avanzamento lavori e le anticipazioni sull’inaugurazione: il Bahrein primo paese a completare il padiglione
A
Mancano 114 giorni all’apertura dell’Esposizione Universale e i lavori di preparazione all’evento procedono speditamente, sia sul fronte del cantiere sia su quello del programma e del palinsesto eventi. A fornire le anticipazioni sull’apertura di Expo e a fare il punto del dello stato di avanzamento del sito espositivo è stato Giuseppe Sala, commissario unico della manifestazione, che prima delle feste ha illustrato il percorso compiuto e le iniziative che vedranno protagonisti i paesi partecipanti, le organizzazioni internazionali e della società civile e i cittadini durante i 6 mesi dell’evento.

Il cantiere e i padiglioni
Per quanto riguarda il cantiere, Sala ha assicurato che l’attività procede secondo il cronoprogramma: le 2.800 maestranze che fino a dicembre sono state quotidianamante all’opera nel sito espositivo diventeranno 3.500 a gennaio. I padiglioni cluster saranno consegnati a fine gennaio ai paesi che vi parteciperanno, ed entro fine gennaio una ventina di paesi termineranno la costruzione dei propri padiglioni per passare alla fase degli allestimenti interni. Il primo paese ad avere concluso la realizzazione del proprio padiglione, proprio a inizio gennaio, è stato il Bahrein, che ha battuto di poco sul tempo la Repubblica Ceca. I prossimi paesi a terminare i propri padiglioni dovrebbero essere Svizzera, Giappone, Belgio, Israele, Regno Unito, Germania, Vietnam, Cile, Principato di Monaco, Kuwait, Qatar, Azerbaijan e Kazakhstan.

Le opportunità occupazionali
In termini di occupazione, sono aperte le selezioni per 800 posizioni di lavoro all’interno dello staff Expo che saranno attivate entro aprile, curate da Adecco. Altre 5mila figure professionali saranno selezionate e reclutate da Manpower per i padiglioni dei paesi partecipanti. Expo attiverà inoltre lo Youth Training Program, composto da 6 diversi programmi di formazione dedicati a 200 stagisti universitari. Infine, il Programma Volontari lanciato da Expo ha finora raccolto 15mila adesioni da 120 paesi.

L’operatività del sito espositivo
A oggi, ha affermato Sala, sono stati venduti 7,2 milioni di biglietti di ingresso alla manifestazione attraverso la rete di tour operator nazionali e internazionali. Il sito espositivo sarà aperto dalle 10 del mattino alle 23 di sera, tutti i giorni dal 1° maggio al 31 ottobre. Per ogni giorno della settimana è previsto un palinsesto di appuntamenti ed eventi che coinvolgeranno partecipanti e visitatori: i paesi partecipanti hanno già confermato 88 National Days 10 Giornate speciali. Da maggio ad agosto l’Open Air Theatre ospiterà lo spettacolo del Cirque Du Soleil.

Gli eventi di apertura di Expo
Sarà Giorgio Armani ad aprire i festeggiamenti per l’apertura dell’Esposizione Universale: lo stilista ha infatti accettato di diventare “Special Ambassador” di Expo e, in occasione dei 40 anni di attività della sua casa di moda, celebrerà la città di Milano con un evento che si terrà il 30 aprile 2015 alle 17.30. Lo spettacolo di apertura si svolgerà invece la sera del 30 aprile e sarà trasmesso in diretta su Rai Uno e in mondovisione: vi parteciperà Andrea Bocelli, “Extraordinary Ambassador” di Expo, con numerosi ospiti internazionali. La cerimonia di inaugurazione vera e propria è programmata per il 1° maggio 2015 alle 12 con la partecipazione delle più alte cariche dello Stato e le istituzioni internazionali. La sera, per rendere omaggio all’evento, ci sarà il concerto delle campane del Duomo di Milano e di tutte le chiese dell’Arcidiocesi Ambrosiana.

Commenta su Facebook

Altro su...

Expo 2015