Ridurre lo spreco di cibo negli eventi: al convegno di Federcongressi l’esperienza di chi lo fa con successo
A
In Italia ogni anno si gettano via 6,6 milioni di tonnellate di cibo che potrebbero sfamare 17,6 milioni di persone. Anche gli eventi contribuiscono a questo spreco: basti pensare a buffet e cene di gala e a quanti avanzi – che non vengono riutilizzati – producono.

Questa la premessa da cui parte il seminario Extra food? No way, no waste! che la delegazione lombarda di Federcongressi&eventi organizza il 10 dicembre a Milano, presso Palazzo Mezzanotte, per sensibilizzare gli operatori del comparto a un impegno sociale per ridurre lo spreco di cibo.

La buona notizia è infatti che il cibo non consumato può essere recuperato e destinato a chi ne ha bisogno: a raccontare come fare saranno operatori ed esperti già impegnati su questo tema, che porteranno la propria esperienza fornendo indicazioni su come ottimizzare la gestione del cibo in eccesso e il suo recupero.

Interverranno al seminario Giuliana Malaguti, responsabile approvvigionamento della Fondazione Banco Alimentare Onlus; Alessandra Baldeschi, direttore della comunicazione del Grand Hotel Principe di Savoia di Milano; Samantha Sarracino dell’ufficio risorse umane del Grand Hotel Principe di Savoia; Francesco Colicci, co-fondatore di Equoevento Onlus; Giulia Proietti, presidente di Equoevento Onlus; Roberta Costi, dirigente della Camera di Commercio di Verbano Cusio Ossola. Le domande dal pubblico saranno moderate da Cristina Rapisarda Sassoon, di Global Trends Milano.

L’evento avrà inizio alle ore 9.30 e si concluderà all’ora di pranzo. La partecipazione è gratuita e la registrazione (obbligatoria) all’indirizzo lombardia@federcongressi.it.

Commenta su Facebook