Ai nastri di partenza BTO 2014: a Firenze 125 sessioni sul travel 2.0, intervengono le aziende protagoniste e ospiti speciali
A
Sono 125 le sessioni che compongono il palinsesto di Buy Tourism Online (BTO) 2014, l’evento dedicato all’information technology per il travel e focalizzato sull’evoluzione del mercato e delle esigenze dei turisti-viaggiatori che torna il 2 e 3 dicembre alla Fortezza da Basso di Firenze.

Il programma prevede una varietà di format – eventi informativi, workshop, keynote speech, panel di discussione, presentazioni di prodotto – che affronteranno i maggiori temi legati al travel e alla tecnologia, fra cui le tecnologie indossabili, le startup del turismo, l’utilizzo dei big data, la sharing economy, l’internet delle cose, il rapporto fra reputazione e rilevanza. Agli eventi partecipano alcuni dei maggiori player del travel online come Booking.com, Trivago, Kayak, TripAdvisor, Skyscanner, Expedia, Uber, Homeway.

Alla manifestazione, che è promossa da Regione Toscana, Toscana Promozione e Camera di Commercio di Firenze, interverrà quest’anno anche il ministro del Turismo Dario Franceschini, che sarà intervistato dal direttore scientifico di BTO Giancarlo Carniani e dal fondatore di PhoCusWright Philip Wolf, con l’assessore alla Cultura e Turismo della Regione Toscana Sara Nocentini come ospite speciale.

Fra gli eventi più rilevanti, la tavola rotonda sul MegaMetaSearch con Helena Egan di TripAdvisor, Sydney Burdick di Trivago, Gurhan Karaagac di Kayak e Filippo De Matteis di Skyscanner, ma anche i panel sulla Cina che approfondiscono come accogliere, ospitare e conquistare i viaggiatori cinesi, con un focus sulle loro attitudini all’utilizzo dei social network. Della sharing economy parleranno invece Uber e HomeAway.

Da segnalare anche la tavola rotonda con Matera Capitale della Cultura 2019 insieme alle altre città finaliste (Siena, Perugia, Cagliari, Ravenna) su come capitalizzare il lavoro svolto in questi ultimi anni. Torna a BTO Daniel Edward Craig, fondatore di Reknown, che affronterà il tema Social Media & Storytelling; un altro big è Josiah MacKenzie, fondatore di Gradigio Group e partner di ReviewPro che interverrà su Opportunities from Interconnectivity.

Novità di questa edizione sono i focus su Hospitality Internet of Things, con l’intervento di Fabio Lazzerini di Emirates che porterà esempi di come la rete facilita la vita all’utente-viaggiatore; poi l’approfondimento intitolato Human to Human che, curato da Paolo Iabichino di Ogilvy&Mather Italy, mette l’accento sul valore della persona che lavora in ambito turistico, settore in cui rimangono ai primi posti della scala dei valori quelli legati all’accoglienza, all’ospitalità e alle interazioni umane.

Giocando sul claim Mind the Gap (attenzione al vuoto), l’annuncio con cui la metropolitana di Londra avvisa i passeggeri a fare attenzione quando scendono dai treni, BTO invita a focalizzarsi sullo spazio sospeso che si crea nel passaggio da un punto fermo a un altro e a prestare attenzione al cambiamento. Format e programma della manifestazione sono infatti pensati come un ponte tra vecchie certezze e nuovi scenari, tra chi si occupa di turismo e il mercato, con un invito ad agire.

La chiusura di BTO 2014 è quindi affidata as Alex Bellini, l’avventuriero famoso per le traversate oceaniche a remi, in solitaria e in completa autonomia, che incarna la sfida e il superamento del limite.

Commenta su Facebook