Expo va in tour in Cina: per 5 mesi l’Esposizione Universale sarà promossa con una “sfera mobile” ricca di attività
A
È cominciato a Pechino il roadshow che promuove Expo 2015 in Cina e che in 5 mesi porterà l’Esposizione Universale, le sue tematiche e la città di Milano nelle maggiori città del paese, fra cui Shanghai, Guangzhou e Chongqing. Obiettivo del tour, che è la principale iniziativa di quel China Special Project for Expo Milano 2015 presentato a inizio 2013, è divulgare i contenuti e le opportunità offerti dall’evento e sostenere nel contempo la campagna di vendita dei biglietti di ingresso all’Esposizione.

Fulcro del roadshow è la struttura mobile a forma sferica che ospiterà un fitto calendario di eventi che include mostre, seminari, degustazioni di piatti tipici italiani e cinesi, convegni ed eventi culturali e di intrattenimento. Proprio all’interno della sfera si è svolta la cerimonia di apertura del tour, alla presenza di autorità italiane e cinesi e dei rappresentanti dei 3 padiglioni con cui la Cina si presenta a Expo: quello nazionale, quello corporate di Vanke e il China Corporate United Pavilion.

Testimonial di Expo in Cina è Marcello Lippi, già allenatore della Nazionale italiana di calcio e oggi mister della squadra cinese Guangzhou Evergrande, mentre è stato presentato come nuovo ambassador della manifestazione il pianista cinese Lang Lang.

“Attraverso Expo abbiamo la grande opportunità intensificare la cooperazione e promuovere scambi politici, economici e culturali tra i due paesi” ha detto l’ambasciatore d’Italia in Cina Alberto Bradanini. “Italia e Cina sono pronte a potenziare l’economia e la cooperazione commerciale in ambito agricolo, turistico e socio-culturale, usando l’Esposizione Universale come piattaforma”.

Commenta su Facebook