A BIT 2015 padiglione con 4 aree tematiche: focus su lusso, digital e buyer cinesi
A
“La nuova edizione è una reazione a quello che accade intorno a noi” ha dichiarato Enrico Pazzali, amministratore delegato di Fiera Milano durante la conferenza stampa di presentazione di BIT, la Borsa Internazionale del Turismo che si svolgerà dal 12 al 14 febbraio 2015. “Abbiamo apportato modifiche ai contenuti, agli strumenti e alla dimensione”.

I 4 padiglioni di BIT 2014, riporta TTGItalia.com, saranno strutturati in altrettante aree: leisure, Mice, digital world e luxury, quest’ultima accessibile solo su invito. “Il segmento luxury mostra tassi di crescita importanti e costanti” ha affermato Cristina Tasselli, direttore della fiera “e ne sono interessati diversi paesi stranieri tra cui Cina, Brasile, Russia e India. È una nicchia di mercato che attira un target disposto a fare 4 viaggi l’anno e diversi short break”.

La Cina sarà protagonista della manifestazione con oltre 50 buyer dei 1.500 previsti. “A marzo lanceremo BIT China durante la fiera del turismo GITF di Guangzhou. L’obiettivo è sostenere gli operatori italiani desiderosi di intercettare il mercato cinese anche in vista di Expo 2015" ha aggiunto Tasselli.

Per quanto riguarda i contenuti, il programma di convegni sarà focalizzato su un numero ristretto di sessioni di alto profilo, fra cui il primo Congresso Annuale del Turismo che, moderato dal giornalista Gianni Riotta, annovera nel panel internazionale anche William Ridgers, editorialista e responsabile pagine turismo di The Economist. Da segnalare anche l’intervento di Chris Fair, presidente di Resonance Consultancy, che presenterà un keynote sulle nuove tendenze del turismo di oggi per aiutare operatori e agenti a individuare le modalità più efficaci per conquistare questi nuovi target.

Commenta su Facebook