Mobilità aziendale e acquisti green: i nuovi scenari all’insegna della sostenibilità
A
Nonostante la sensibilità delle imprese nel compiere scelte sostenibili sia in crescita, per il momento solo la la metà delle aziende italiane adotta best practice per ridurre le emissioni di CO2. La strada da percorrere è ancora lunga, ma le soluzioni e le strategie non mancano. È ciò che è emerso dal primo Congresso Nazionale del Green Procurement & Mobilità Sostenibile che, promosso da Cisalpina Tours e Procurement Channnel, si è tenuto la scorsa settimana al Lingotto di Torino.

Come ha sottolineato Alfredo Pezzani, direttore generale di Cisalpina Tours, “Molte aziende credono ancora che l'approccio sostenibile sia legato soprattutto ai settori tradizionali delle politiche ambientali come il trattamento dei rifiuti, le energie rinnovabili, l'agricoltura e l'edilizia, mentre è chiaro che la sostenibilità coinvolge oggi tutte le aree merceologiche. C'è quindi ancora molto da fare per diffondere buone pratiche ambientali non solo nel processo produttivo, ma anche negli acquisti, nel riciclo dei materiali d'ufficio, negli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti e nei viaggi d'affari".

Per diffondere la cultura della sostenibilità il congresso ha affrontato i temi delle nuove possibilità offerte dal trasporto aereo e dalla mobilità integrata, le azioni sostenibili che possono essere attuate nei settori dell'hôtellerie, dell’organizzazione di eventi e del procurement.

Sul fronte del trasporto aereo, David Jarach, presidente di diciottofebbraio ed esperto del settore dell’aviazione, ha illustrato come le politiche sostenibili del comparto siano orientate verso la realizzazione di motori e carlinghe di nuova tecnologia e verso una migliore gestione dei piani di volo e degli spazi aerei, misure che permetteranno di ridurre i consumi fino al 40% rispetto a oggi.

Sempre in tema di trasporti, l’importanza degli annunciati collegamenti ad alta velocità per gli scali di Milano Malpensa, Roma Fiumicino e Venezia Marco Polo è stata sottolineata da Andrew Sharp dell’International Air Rail Organisation, che ha illustrato i migliori esempi mondiali di trasporto sostenibile e integrato per raggiungere gli aeroporti in metropolitana e treno.

Nel corso del convegno l’ente di certificazione indipendente ICIM ha poi presentato il vademecum per aiutare le aziende a compiere acquisti a basso impatto ambientale, all’insegna della sostenibilità economica e sociale. La guida al green procurement, che fa riferimento alle norme europee e internazionali da applicare e alle più diffuse etichette ecologiche, fornisce alle imprese indicazioni su come definire le proprie priorità, selezionare i fornitori e verificare i contratti.

Commenta su Facebook