La pioggia non ferma la tavolata di 300 metri con 1.000 ospiti per il cinquantenario dei Ristoranti del Buon Ricordo
A
Una buona notizia per i planner che, il giorno prima di un evento organizzato all’aperto, consultano le previsioni meteo ogni 3 minuti alla ricerca del sole: la pioggia non ha fermato la cena-evento en plein air nel cuore di Parma organizzata dall'Unione dei Ristoranti Buon Ricordo per festeggiare i 50 anni di attività.

Il tempo inclemente del 9 settembre, infatti, non ha trattenuto le 1.000 persone che, dopo essersi prenotate sul sito dell’evento 100 chef per una sera, hanno preso posto a una tavola lunga 300 metri perfettamente imbandita nel centro storico della città.

Il meteo avverso ha richiesto cambi in corso d’opera del programma (l’aperitivo, per esempio, è stato servito sotto i portici mentre un telone proteggeva la mise en place) ma, anche grazie a provvidenziali ombrelli, i commensali serviti da un vero e proprio esercito di camerieri hanno apprezzato il menù realizzato da 100 chef appositamente per l’evento.

La cena, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza, è stata patrocinata dal Comune di Parma che, per l’occasione, ha celebrato le eccellenze alimentari del Belpaese coinvolgendo 200 negozi del centro nelle cui vetrine è stata allestita una mostra diffusa dedicata all’evoluzione della gastronomia italiana negli ultimi 5 decenni.

Parallelamente, nella chiesa sconsacrata di San Ludovico è stata allestita la Mostra dei piatti storici del Buon Ricordo (da quelli dei 12 ristoranti fondatori del 1964 ai 111 del 2014) curata dall’Associazione collezionisti del Piatto del Buon Ricordo e aperta sino al 14 settembre.

Commenta su Facebook