Annunciate le 3 città candidate a ospitare le Olimpiadi invernali 2022, la vincitrice sarà resa nota nel 2015
A
Sono 3 le città di cui il Comitato Olimpico Internazionale ha validato la richiesta di candidarsi per ospitare i Giochi Olimpici invernali del 2022: Oslo, Pechino e Almaty (Kazakhstan). Le richieste di candidatura sono state valutate dal CIO in base a una serie di criteri, fra cui la disponibilità di strutture sportive, i trasporti, l’offerta alberghiera e il livello di sicurezza.

Ognuna delle città ha prodotto una manifestazione di interesse a ospitare i Giochi che ne comunicava la visione a lungo termine non solo per ciò che riguarda la preparazione all’evento e la sua realizzazione, ma anche la progettualità legata alla gestione dell’eredità che l’evento sportivo lascerà sul terrritorio.

Oslo si è focalizzata sui giovani e su come le Olimpiadi potranno essere uno straordinario veicolo per promuovere presso la popolazione stili di vita più attivi e salutari; Almaty ha concentrato il proprio progetto sull’ambizione di svilupparsi per divenire il maggiore polo per lo sport, il turismo e i congressi dell’Asia Centrale, mentre la vision di Pechino è quella di dare continuità e futuro alle strutture costruite per le Olimpiadi del 2008, utilizzando i Giochi invernali come catalizzatori per affermare ulteriormente la città sul fronte del turismo e dello sport.

Le 3 città avranno tempo fino a gennaio 2015 per preparare i dossier di candidatura; successivamente il CIO invierà una propria commissione che farà una valutazione tecnica dei rischi e ne invierà un report a tutti i membri. La decisione finale sarà presa durante le riunione plenaria del CIO che si svolgerà a Kuala Lumpur il 31 luglio 2015.

Commenta su Facebook