Presentato il Bari Convention Bureau, consorzio di imprese alberghiere che punta ad acquisire eventi sopra i 1.000 partecipanti
A

Centro Congressi Fiera del Levante

Presentato alla Fiera del Levante la scorsa settimana, alla presenza, fra gli altri, dell’assessore regionale al Turismo Silvia Godelli, dell’assessore comunale al Marketing territoriale Antonio Vasile e del direttore di Puglia Promozione Giancarlo Piccirillo, il Bari Convention Bureau Grandi Eventi è un consorzio interamente privato nato con l’obiettivo di lanciare il capoluogo pugliese sul mercato degli eventi nazionali e internazionali con un’offerta strutturata, intercettando congressi oltre i 1.000 partecipanti per generare flussi turistici e indotto economico.

Società consortile costituita dalle 8 maggiori imprese alberghiere del territorio e da FederalberghiBariBat, Confindustria e Confcommercio, è un bureau che si affaccia sul mercato con un modello sui generis, più simile a quello di un club di prodotto che non a quello di un convention bureau vero e proprio. Alla presidenza è stato chiamato Francesco Caizzi, albergatore e presidente di Federalberghi Bari, mentre la direzione è stata affidata a Elisabetta Boschetto, proveniente dall’hotellerie nel segmento meeting ed eventi.

Ed è Caizzi a illustrare il modello di business del Bari Convention Bureau Grandi Eventi: “Il consorzio ha siglato un protocollo di intesa con la Fiera del Levante per la promozione e commercializzazione degli spazi del centro congressi, e sta definendo altri protocolli con il Comune di Bari, la Camera di Commercio e Puglia Promozione” ha detto Caizzi a Event Report. “Poiché la quota sociale per aderire al consorzio è piuttosto elevata, non ne fanno parte le imprese di servizi (agenzie di organizzazione eventi e fornitori), che però sono rappresentate dalle associazioni di categoria e che, teoricamente, possono comunque consorziarsi singolarmente. Per il momento lavoreremo secondo attraverso accordi di partnership da definire con i soggetti interessati”.

“Il fatto che nel Bari Convention Bureau siano confluite, a livello individuale, solo le imprese alberghiere, è solo una questione societaria: la mission del bureau è quella di promuovere il territorio nelle sua interezza e di acquisire eventi, e il consorzio è aperto a tutti gli operatori del settore che vorranno farne parte” ha detto Caizzi.

“Si tratta adesso di fare un ulteriore salto di qualità, sia da parte pubblica che da parte privata, e intervenire su servizi, trasporti, orari dei negozi e offerta culturale per rendere più fruibile la destinazione”, ha dichiarato l’assessore Godelli. E infatti Bari, ha dichiarato l’assessore comunale Vasile, sta già lavorando a una Carta dell’Accoglienza per offrire il meglio della città.

Commenta su Facebook