Rimini acquisisce il congresso ICCC 2020, al Palacongressi arriveranno 1.500 delegati per sei giorni
A
Rimini prevale sulle città concorrenti e si aggiudica l’International Conference on Coordination Chemistry 2020, congresso biennale di chimica inorganica che in passato si è tenuto in Italia soltanto una volta, nel 1998 a Firenze, con un’edizione di grande successo che aveva visto la partecipazione record di 1.800 delegati.

Ora l’annuncio dell’acquisizione arriva da Valencia, dove è in corso l’edizione 2012 del congresso, cui prendono parte circa 1.500 delegati: il dossier di candidatura è stato presentato dal Convention Bureau della Riviera di Rimini insieme ai professori Maurizio Peruzzini, direttore dell’Istituto di Chimica dei Composti Organo Metallici di Firenze e presidente della divisione di Chimica inorganica della Società Italiana di Chimica, Valerio Zanotti dell’Università di Bologna e Roberto Gobetto dell’Università di Torino.

Al board internazionale dell’associazione, riferiscono dal Convention Bureau di Rimini, è piaciuta l’idea di tornare in Italia, dove più di dieci anni fa il congresso aveva avuto una delle sue migliori edizioni. Ma a fare pendere decisamente l’ago della bilancia a favore di Rimini è stato il fatto che la città offriva un solido supporto istituzionale (grazie anche al COL, il Comitato Organizzativo Locale del Sistema congressuale locale costituito da organismi pubblici e privati), che fosse una città a misura d’uomo ma con strutture d’eccellenza e che offrisse soluzioni di ospitalità di tutti i livelli, facilitando quindi la partecipazione al congresso anche di studenti e giovani ricercatori.

Il Convention Bureau di Rimini, che ha contattato circa due anni fa il professor Peruzzini proponendogli di candidare l’Italia per il congresso 2012, ha lavorato con lui e i suoi colleghi al dossier per un anno e mezzo: la cura e il dettaglio nella preparazione della candidatura non sono passati inosservati, e l’associazione ha accolto con favore la proposta.

L’International Conference on Coordination Chemistry porterà al Palacongressi di Rimini 1.500 delegati per sei giorni, per un totale di 9.000 presenze congressuali, dal 5 al 10 luglio 2020. Prima di Rimini, il congresso andrà a Singapore nel 2014, a Brest (Francia) nel 2016 e a Sendai (Giappone) nel 2018.

Commenta su Facebook