BTC LIVE: la Spagna promuove un poker di destinazioni MICE
A
In occasione di BTC, dove la Spagna è presente con uno stand di 72mq e cinque espositori, l'Ufficio Spagnolo del Turismo di Milano ha presentato le ultime novità per il mercato degli eventi e dei congressi delle quattro destinazioni presenti, Maiorca, Saragozza, Siviglia e Valencia, e della catena alberghiera Melià Hotels International.

A Maiorca, la più grande delle Baleari, è in previsione per il 2012 l'apertura del nuovo Palazzo dei Congressi di Palma, che sarà dotato di un auditorium concepito all'insegna della polivalenza, capace di ospitare sino a 2.020 persone e suddivisibile in 3 distinti saloni indipendenti e insonorizzati che potranno funzionare simultaneamente. Inoltre la struttura disporrà di uno spazio espositivo di 2.340 mq, due sale riunioni e numerosi altri spazi per eventi.

Siviglia, invece, punta sull'ampliamento del Centro Fiere e Congressi Fibes, che sarà dotato di un nuovo edificio con il più grande auditorio della Spagna, con una capienza di oltre 3.500 persone e un palcoscenico di 620 mq.

L'offerta di Valencia punta in particolare sui grandi eventi sportivi, in particolare il Gran Premio di Formula Uno che si terrà nella città costiera spagnola sino al 2014. Nuove le strutture Mice dopo il massiccio restyling di Valencia per la Coppa America; nel 2010 sono stati 57 i congressi ospitati.

Zaragoza Congresos, dal canto suo, fa leva sulla diversificazione dell'offerta: attualmente la città conta due palazzi dei congressi, la zona dell'Expo e moderne infrastrutture e innovazioni tecnologiche che l'hanno spinta a candidarsi a Capitale della Cultura europea per il 2016. Ma anche l'enogastronomia vuole essere uno dei punti forti: Zaragoza, infatti, propone, al settore Mice, due itinerari del gusto.

La Spagna, secondo la classifica ICCA, registra la maggior crescita nel numero di riunioni internazionali (il 25%in più), posizionandosi come terza destinazione al mondo per il turismo congressuale con Madrid nella Top ten delle città. Attualmente la destinazione conta una cinquantina di centri specializzati e, nel corso del 2011, sono previste altre nuove aperture, che faranno seguito a quelle dei mesi scorsi relative al Palazzo dei Congressi di Oviedo e del Centro Culturale Internazionale Oscar Niemeyer di Avilés.

Commenta su Facebook