Kuala Lumpur si aggiudica la gara per ospitare Human Genomics 2015
Il centro congressi della capitale malese ospiterà il principale evento mondiale di studi genetici. Il congresso è stato acquisito in virtù dell'offerta e grazie al gioco di squadra fra convention bureau, università e Ministero di riferimento.
A

Kuala Lumpur, il centro città

Il Kuala Lumpur Convention Centre (KLCC) ospiterà il convegno internazionale Human Genome Meeting (HGM) del 2015, per la prima volta in Malaysia. Lo ha annunciato Edison T. Liu, presidente dell’International Human Genome Organisation (HUGO).

L’evento, che si svolge annualmente ed è considerato il principale congresso scientifico in questo campo, sarà seguito da circa 1.000 partecipanti tra ricercatori, accademici, medici e studenti. Il tema dell’edizione asiatica sarà “Transforming Human Genomics for A Sustainable Tomorrow”.

La candidatura di Kuala Lumpur è stata presentata di recente a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti (dove si terrà HGM 2011) ed è stata accolta all'unanimità grazie al gioco di squadra e al supporto del Malaysia Convention & Exhibition Bureau (MyCEB), dell’University Sains Malaysia (USM), del Ministero per l’Istruzione (MOHE) e del KLCC che ospiterà l’evento. La gara per ospitare i congressi HGM dal 2014 al 2017 ha visto in gara altre 7 città nel mondo. Le prossime edizioni si terranno a Sydney (2012), Singapore (2013) e Ginevra (2014).

Quanto ai benefici per il sistema economico del Paese, il congresso HGM 2015 avrà un ruolo chiave nel promuovere la Malaysia come leader globale nella bioinformatica e nella ricerca industriale sul genoma, con i suoi 12 centri di eccellenza nel territorio nazionale.

Ma non solo, secondo l’analisi di Zulkefli Hj Sharif, CEO del MyCEB: “Il successo della proposta rinforza la posizione competitiva del Paese nel mercato globale del business travel, in linea con l’Economic Transformation Programme lanciato dal governo, che punta a fare della Malaysia un polo di eccellenza nella formazione e un hub per i viaggi d’affari”. Lo Stato asiatico, infatti, intende proporsi come modello di nazione islamica moderata e di prosperità economica tra i Paesi in via di sviluppo.

Il Kuala Lumpur Convention Centre, parte del complesso Petronas, di cui fanno parte anche le celebri Petronas Twin Towers, offre 20.000 metri quadrati di spazi, fra cui una sala plenaria da 3.000 posti, una Grand Ballroom da 2.380 posti, una sala conferenze modulare da 1.800 posti, un teatro da 500 e quattro aree espositive per un totale di 9.700 metri quadrati di spazi senza colonne.

Commenta su Facebook