Bologna, bando di gara da 5,3 milioni per affidare i servizi di promozione turistica e l’attività di convention bureau
A
La Città Metropolitana di Bologna ha aperto un bando di gara per selezionare un operatore economico cui affidare la promozione turistica del territorio, la sua commercializzazione nonché i servizi logisitici e tecnici, l’informazione e l’accoglienza turistica, e l’attività di convention bureau.

Il bando ricerca di fatto una DMO (destination management organization) che avrà il compito di guidare il sistema degli operatori, perseguendo obiettivi di crescita della competitività turistica della destinazione. Gli ambiti di operazioni includono marketing e relazioni con il marketplace, supporto alla crescita del sistema locale e azioni di integrazione settoriale, modello di accoglienza e di assistenza ai turisti, business intelligence, crisis management, supporto tecnico alla struttura della destinazione turistica Bologna metropolitana, servizio di informazione e accoglienza turistica (IAT) e gestione diretta di attrattori e servizi turistici.

Per quanto riguarda l’attività di convention bureau, l’aggiudicatario dovrà presentare, su indicazione del committente, un numero minimo di 8 candidature per ospitare in città eventi di varia natura (congressuali/fieristici, culturali sportivi, musicali) e coordinare almeno 6 tavoli attuativi tra stakeholder (gestori di sedi, PCO, agenzie incoming, strutture ricettive, trasporti, ecc.) e fornitori di servizi di supporto per la realizzazione di eventi.

Al progetto saranno assegnati in gestione il complesso Palazzo Re Enzo-Palazzo del Podestà, per la parte di proprietà comunale, il locale IAT affacciato su piazza Maggiore, le Due Torri, il palazzo dello sport PalaDozza e due sale (il Salone delle Donne e il locale Ex Combattenti e Reduci) all’interno del Palazzo dei Notai. Questi spazi saranno utilizzati dall'aggiudicatario come sede di eventi, incontri, manifestazioni, attività culturali e sportive, nonché per tutte le attività e le iniziative volte alla promozione turistica di Bologna.

Il contratto durerà tre anni, con l'opzione di rinnovo per un ulteriore triennio, per un budget iniziale di 5.300.000 euro. La cifra sarà integrata annualmente dalle risorse regionali aggiuntive e da eventuali altre risorse messe a disposizione dagli operatori pubblici e privati.

Il termine per il ricevimento delle offerte, che devono pervenire presso gli uffici del servizio Archivio e Protocollo del Comune di Bologna, è fissato per le ore 12 dell’11 gennaio 2018.

La documentazione di gara è consultabile a questo link.

Commenta su Facebook