Il mercato dei viaggi di lusso cresce a velocità doppia: l’Italia terza destinazione in Europa per incoming di fascia alta
A
In due anni il numero di viaggi di lusso nel mondo è aumentato del 18%: esattamente il doppio rispetto al travel nel suo complesso, che dal 2016 al 2016 ha registrato un incremento del 9% nel numero degli arrivi internazionali. I viaggi di lusso sono prevalentemente leisure (il 75%) – anche se il segmento business si ritaglia una fetta di mercato non indifferente, pari al 25% del totale – e la tipologia di destinazione più scelta sono le città, che assorbono il 29% dei flussi di fascia alta.  

I numeri aggiornati sul comparto arrivano da IPK International, che su incarico di ITB Berlin ha analizzato i dati relativi al 2016, definendo come di lusso sia i viaggi internazionali brevi fino a 3 notti con una spesa superiore ai 750 euro per notte sia i viaggi internazionali dalle 4 notti in su per una spesa superiore ai 500 euro a notte. Nel 2016, dice IPK International, questo tipo di viaggi sono stati 54 milioni nel mondo, con un incremento del 7% rispetto all’anno precedente.

I viaggiatori di lusso sono soprattutto americani (13,7 milioni di viaggi) e cinesi (10 milioni), ma altri mercati emissori importanti per il travel di fascia alta sono Giappone, Regno Unito e Taiwan. Guardando all’ambito europeo, i maggiori committenti di viaggi di lusso dopo i britannici (3,6 milioni di viaggi) sono francesi e tedeschi.

Quanto alle destinazioni, la più gettonata sono gli Stati Uniti, che nel 2016 sono stati meta di 8,1 milioni di viaggi internazionali ad alto costo, seguiti dal Canada e poi dalla Germania, che con 4 milioni di viaggi incoming “ricevuti” lo scorso anno si qualifica quindi prima destinazione di lusso in Europa. L’Italia, che nella precedente rilevazione relativa al 2014 era al primo posto in Europa passa ora in terza posizione, preceduta dalla Francia.

Rispetto ai “normali” viaggi internazionali, sottolinea infine IPK International, quelli di lusso sono più spesso prenotati in agenzia: la media generale dei viaggi prenotati in agenzia è del 27%, ma per i viaggi di lusso si alza al 40%.

Commenta su Facebook

Altro su...

Turismo