Milano premia i suoi ambasciatori: nel 2016 eventi e congressi hanno portato alla città 5 milioni di presenze e 886 milioni di euro
A
Hanno promosso la città nel proprio settore professionale di riferimento, candidandola a ospitarne gli eventi e i congressi di maggiore rilievo, e grazie a loro nell’ultimo biennio Milano ha acquisito 20 grandi congressi internazionali – soprattutto medico-scientifici – che si svolgeranno da qui ai prossimi anni. A loro, ai 25 rappresentanti delle principali comunità scientifiche e accademiche della città che hanno lavorato come “ambasciatori” della destinazione, è andato ieri il riconoscimento di Eventing Milan, il network creato dal centro congressi MiCo (Fiera Milano Congressi) che riunisce i principali operatori della filiera congressuale.

I riconoscimenti sono stati conferiti nell’ambito del progetto Milan Ambassador Programme (MAP), avviato da Eventing Milan con l’obiettivo di fornire agli “ambasciatori” – tutte persone che per posizione professionale hanno il potenziale di influenzare la scelta della destinazione per eventi o congressi – il supporto operativo necessario per presentare le candidature e gestire la realizzazione degli eventi. La cerimonia si è svolta nella Sala Alessi di Palazzo Marino, con la partecipazione dell’assessore al Turismo Roberta Guaineri, che ha sottolineato l'efficacia del modello milanese di collaborazione fra pubblico e privato e i risultati di incremento delle presenze turistiche e congressuali che sta portando.

A raccontare due dei più recenti successi della Milano degli eventi sono stati la vicepresidente del Coni Diana Bianchedi, la quale ha illustrato i punti di forza della candidatura che hanno portato la città ad acquisire la scorsa settimana l’assemblea generale 2019 del Comitato Olimpico Internazionale (i dettagli a questo link), e Stefano Centanni, direttore di pneumologia dell’ospedale San Paolo e co-chair del congresso internazionale della European Respiratory Society (ERS) che la scorsa settimana si è invece chiuso al MiCo con il numero record di 22mila delegati da 90 paesi.

“Milano ha ospitato l’anno scorso 40mila eventi che hanno portato 5 milioni di presenze, 2,5 milioni di pernottamenti e 886 milioni di euro di contributo al Pil della città” ha detto l’amministratore delegato di Fiera Milano Congressi Francesco Conci. “Abbiamo anche calcolato che il congresso ERS appena concluso ha portato 450mila euro di sole tasse di soggiorno versate al Comune”. L’impatto dei grandi congressi sull’economia della città è evidente, e Conci ha voluto sottolineare il ruolo determinante dell’ambasciatore nell’acquisirli: “Noi forniamo l’infrastruttura, Eventing Milan risponde alle necessità logistiche e organizzative raccordandosi agli operatori, ma è l’ambasciatore che deve raccontare la città ai colleghi internazionali, spiegando cosa è diventata e cosa può offrire a un congresso”.

Commenta su Facebook