In Sicilia l’assemblea degli “Instagrammer” d’Italia, l'evento a Catania e Siracusa fra lavori in sala e scatti da postare sul social
A
L’occasione era ghiotta, e Regione e operatori l’hanno colta al volo: ospitare in Sicilia l’assemblea annuale di IgersItalia, la community che riunisce gli appassionati di Instagram di tutto il paese, significa guadagnarsi non solo l'evento in sé, ma anche una visibilità da prima fila su uno dei social più in voga del momento che conta 600 milioni di utenti nel mondo e 14 milioni in Italia.

Così, grazie a un lavoro di squadra che ha visto l’Assessorato al Turismo della Regione concedere il patrocinio, il Sicilia Convention Bureau fornire il supporto organizzativo e una serie di alberghi, location e operatori partecipare come sponsor, la Sicilia ha battuto Sardegna e Lazio e si è aggiudicata l’evento, che si svolgerà dal 29 settembre al 1° ottobre a Catania e Siracusa.

“Vogliamo promuovere la Sicilia attraverso i social perché rivestono un potenziale enorme per intercettare, a livello mondiale, un target di turisti, soprattutto giovani, che difficilmente riusciremmo a catturare con gli strumenti tradizionali” spiega l'assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo. “E certamente l’assemblea nazionale di IgersItalia si inserisce perfettamente in questa strategia”.

I lavori (l’assemblea e la academy) si svolgeranno al Four Points by Sheraton Catania e la cena sociale all’Atahotel Naxos Beach, ma i 150 partecipanti attesi, armati di smartphone, visiteranno il territorio per immortalarne gli scorci più suggestivi.

Tema dell’evento è “La Sicilia in bianco e nero”: e fra il bianco abbagliante di Siracusa e il nero vulcanico di Catania, per tre giorni le strade saranno popolate da Instagrammer a caccia di scatti da condividere sul social. I partecipanti si sposteranno da Acicastello a Giardini Naxos, passando per l’Etna, prima di una grande caccia al tesoro fotografica per le vie del centro di Catania e dell’instawalk (la passeggiata fotografica) per le vie di Ortigia a Siracusa.

Commenta su Facebook